Sporting Pomezia 1-2 Lucky Junior: il Pagellone del Bellugi

GALANTE MATTATORE, DI TOMMASO ANCORA A SEGNO. PAZIENZA-MAURIZIO OTTIMO FEELING. CAMMARATA ONNIPRESENTE. VIOLA DALLE STELLE ALLE STALLE.

L’entrata in campo delle due squadre

 TABELLINO

 SPORTING POMEZIA

GILARDINI, STAZI, TORREZ (DAL 54’ GAITO), BELFIORE, CIURLEO, MIGANI (C), D’ADDONA, PANSE, D’ANGELI G., D’ANGELI L. (DAL 57’ TONELLI), ROSSI (DAL 54’ BONI). PANCHINA: OLMELLI, GIARDINA. ALLENATORE: BENEDETTI.

 LUCKY JUNIOR

VIOLA, CLEMENTE, PAZIENZA, MAURIZIO, ORSOLINI (DAL 65’ BETTI), CAMMARATA, GATTO (DAL 68’ ANTONETTI), ARMENI (DAL 87’ CATALDO), GALANTE, MANUPELLI (DAL 77’ CESARETTI), DI TOMMASO (C) PANCHINA: PACIARONI, GIGANTE, VENDITTI. ALLENATORE: MASSA.

RETI: 11’ DI TOMMASO, 51’ GALANTE, 60’D’ANGELI G.

AMMONITI: STAZI, BELFIORE, MEGANI – GATTO.

ESPULSO: ALLENATORE BENEDETTI PER PROTESTE.

NOTE: VIOLA PARA UN RIGORE A TORREZ AL 41’. RECUPERO: I TEMPO 3’, II TEMPO 5’. SPETTATORI 60 CIRCA.

PAGELLONE

VIOLA 6,5 – Se non fosse per il regalo di Natale anticipato che fa nella ripresa fornendo, di fatto, l’assist per il gol della speranza agli avversari, avrebbe giocato una partita sensazionale. Para il rigore nel momento più delicato della partita, volando alla sua sinistra a respingere il tiro forte e teso di Torrez. Oltre a questo una presenza in campo da leader e interventi sempre puliti e decisi che infondono sicurezza a tutta la squadra. Da segnalare anche due eccellenti interventi su tiri dalla distanza degli avanti dello Sporting Pomezia. DALLE STELLE ALLE STALLE

CLEMENTE 6,5 – Partita di assoluto sacrificio. Sul suo binario a fine partita erano evidenti i solchi a terra per la marea di volte in cui ha dovuto fare avanti e indietro a rincorrere gli avversari. Tatticamente ineccepibile ha commesso qualche errore in fase di palleggio finendo la partita stremato e con qualche acciacco muscolare. BEAGLE

PAZIENZA 6,5 – Vero baluardo della difesa, chi lo avrebbe pensato qualche anno fa! Non si fa mai saltare e sbaglia giusto il necessario. Sparecchia quando c’è da sparecchiare e non si perde in spiacevoli ricamini da tessitore. Di testa da buona sicurezza al reparto ed è sempre molto attento in ogni situazione. Determinante quando Viola para il rigore, immolandosi su D’Angeli che stava per insaccare a porta vuota, dimostrando di essere sempre sul pezzo. CONCENTRATO

MAURIZIO 6,5 – Sta diventando un’ assoluta sicurezza li dietro, anche grazie alle sue doti che ben si integrano con quelle del compagno di reparto Pazienza. Entra di fatto in quasi tutte le azioni chiave della partita e ha anche la fortuna dalla sua parte perché quando sbaglia ci pensa prima Viola, parando il rigore e poi il palo, a respingere un suo errato colpo di testa. PREZZEMOLO

ORSOLINI 6,5 – Molto bene nella prima frazione di gara dove anticipa sistematicamente l’avversario di turno, ripartendo in velocità. Cala vistosamente nella ripresa e viene sostituito in quanto colpito da crampi. PAR-TIME

DAL 65’ BETTI 6 – Dopo un inizio balbettante e litigioso prende le misure agli avversari, mettendoci anche una inaspettata grinta. Deve ancora crescere, ma le basi per fare bene ci sono. BULLO

CAMMARATA 7 – E’ un autentico autospurgo in mezzo al campo, capace di risolvere parecchie situazioni di merda. Corre, infatti, come un indemoniato sradicando tantissimi palloni e dimostrando di essere in una condizione eccellente. Ha anche la tecnica dalla sua parte e quando recupera il pallone riparte sempre con azioni mai banali. Cede qualcosina negli ultimi venti minuti di gara dove deve assolutamente imparare a gestirsi per non creare problemi di equilibrio alla squadra. Da un suo mancato rientro nasce infatti il gol dello Sporting Pomezia. LO STAGNARO

GATTO 6,5 – La prestazione generale è ampiamente sufficiente ma si merita mezzo voto in più per lo splendido assist su calcio piazzato per il gol del 2-0 di Galante. Da segnalare sempre un ottimo calcio di punizione nel primo tempo che vola alto di poco sopra la traversa. Sostituito perché non al meglio della condizione per malanni di stagione e, soprattutto, perché già ammonito. COSTANTE

DAL 68’ ANTONETTI 5,5 – Ancora troppo macchinoso e tenero nei contrasti non riesce a svolgere a dovere il lavoro difensivo richiesto dal ruolo. Quando deve costruire il piede è calibrato sempre a dovere ma nell’intenso finale di gara serviva una maggiore intensità. MACCHINOSO

ARMENI 6 – La nostra lavatrice di centrocampo pulisce e centrifuga un sacco di palloni. Ma stavolta è finito il coccolino alla lavanda e non riesce a sciorinare la sua tecnica con qualche giocata di prestigio delle sue. Corre, però, tantissimo e finchè gli regge la pompa il centrocampo non soffre particolarmente gli avversari. Nell’ultima parte di gara cala vistosamente anche lui di ritmo e la squadra ne risente. LAVORATORE IN NERO

DAL 87’ CATALDO S.V. – Giusto il tempo di procurarsi la cena amputando tibia e perone con un chirurgico intervento sulla trequarti. CHEF CRACCO

GALANTE 7,5 – Si carica la squadra sulle spalle facendo venire lo strabismo agli avversari. E’ stato l’assoluto mattatore della partita con l’assist per il gol di Di Tommaso prima e col bellissimo gol di testa del raddoppio. Peccato per le tante azioni sprecate dove gli è mancata sempre la giocata finale. Si presenta per ben 4 volte davanti all’estremo difensore avversario ma non riesce mai ad insaccare la sfera alle sue spalle. Ha svolto, anche uno straordinario lavoro difensivo, andando a rincorrere gli avversari fino alla sua porta e dimostrando ancora di più di essere ina una condizione fisica e mentale eccezionale. ONE MAN SHOW

MANUPELLI 6 – Gioca una prima parte di gara troppo moscia per uno tignoso come lui. Si vede veramente poco se non per un paio di tiri dalla distanza facilmente parati dal portiere avversario. Nel secondo tempo cresce di rendimento e va vicinissimo al gol in due occasioni, ma un errore di mira prima e, soprattutto, la traversa chiudono la strada alla prima rete con la Lucky. Nel complesso, viste le sue doti, può e deve fare meglio. RIMANDATO

DAL 77’ CESARETTI 6 – Non è in perfette condizioni fisiche ma il Mister gli chiede comunque di entrare in campo e di fare la differenza. Ma lui è arrivato solamente alle addizioni e purtroppo non riesce a mettere il timbro nel tabellino dei marcatori! Nel complesso, comunque, un ottimo impatto sulla partita lanciandosi su ogni pallone con la bava alla bocca. LUPO AFFAMATO

DI TOMMASO 7 – Terzo gol consecutivo, stavolta con un bel colpo di testa su azione di calcio d’angolo. Gioca una partita di cuore, lottando come spesso gli capita con grande ardore. Tiene alta la squadra e fa un buon gioco di sponda con i compagni. Bello il suo colpo di testa, nel finale di gara, a smarcare Galante che però spreca malamente la ghiotta occasione. Finisce la partita da centrocampista centrale con l’uscita di Armeni. EVEREST

NON ENTRATI: PACIARONI, GIGANTE, VENDITTI

MASSA 7 – Porta a casa la terza vittoria consecutiva in campionato ma soprattutto una squadra che lotta su ogni pallone cercando sempre di recuperare all’errore del compagno. L’unico neo della partita è stato forse il tardivo cambio di modulo nella seconda frazione quando la squadra era sulle gambe.

FUORI DAL CAMPO 10 – Grande cornice di pubblico al comunale di Pomezia. I nostri sostenitori, accorsi in gran numero a seguirci, hanno fatto da contraltare ai tanti e chiassosi tifosi di casa. Nessun problema né alcun scambio verbale tra le due tifoserie che si sono godute una bella e combattuta partita. I brutti fatti di due anni fa (partita sospesa per rissa sugli spalti) sono ampiamente superati! Da incorniciare il solito grande apporto del nostro Fabrizio Croce, sempre presente a sostenerci! KEEP CALM AND SUPPORT LUCKY JUNIOR

Rispondi