Premier League, Mourinho sulle sciarpe dei tifosi del Manchester

Il Manchester di Van Gaal pareggia con il Chelsea di Guus Hiddink e nel derby tra i tecnici olandesi spunta il solito Mourinho.

Mentre sugli spalti dell’Old Trafford spuntano le prime sciarpe con il volto di José Mourinho, fresco di esonero e già accostato alla panchina dei Red Davils dalla stampa britannica, il Manchester United di Luis Van Gaal non va oltre uno scialbo pareggio interno con il Chelsea di Guus Hiddink.  Una suggestiva -quanto ipotetica- girandola di panchine che, archiviato il turno del boxing day, sembra destinata a continuare ad animare la Premier League anche nelle prossime settimane. Intanto, alle polemiche e allo 0-0 casalingo, Van Gaal risponde senza scomporsi più di tanto: “La squadra oggi ha offerto una buona performance, ma non siamo riusciti a segnare e bisogna farlo”. Lo stesso Van Gaal, al termine del match, ha aggiunto: “Abbiamo avuto una grande occasione nel secondo tempo, abbiamo discusso per due possibili calci di rigore, solo che come ho già detto in questo periodo non stiamo avendo fortuna. Il mio futuro? Non mi interessa parlare di questo perché non posso influenzare in questo senso il mio futuro. Io parlo con i miei giocatori e oggi avete visto che hanno lottato per me. Anche se c’è stato un pari i tifosi hanno applaudito e quindi non posso dire di essere preoccupato, ma nel calcio non si può mai dire. Io comunque ho fiducia nel board dello United”.

Il sorpasso dell’Arsenal sul Leicester

Perde momentaneamente il primato il sorprendente Leicester di Claudio Ranieri, in attesa di ospitare la corazzata Manchester City, domani, sul proprio terreno di gioco. A scalare, almeno per un giorno, la vetta della classifica della Premier League è l’Arsenal, che liquida il Bournemouth dell’ex romanista Iturbe con un secco 2-0 e supera di una sola lunghezza il Leicester.

 

 

 

 

Rispondi