Nove ex calciatori che non avresti mai voluto incontrare in campo (o al bar)

Questo slideshow richiede JavaScript.

  1. Duncan Ferguson, scozzese. Ha giocato con Everton, Liverpool e Glasgow Rengers. Condannato a tre mesi di reclusione per una rissa in campo, nel 1994
  2. Thomas Gravesen, danese. Ha giocato con Real Madrid e Cletic. Fondamentalmente è un ragazzo timido. Oltre ad aver gonfiato Robinho in allenamento, è diventato famoso per aver appoggiato il pisello in testa a un compagno di squadra (la foto cercatevela da soli).
  3. Oliver Kahn, tedesco. Ha giocato con Karlsruher e Bayern Monco. 91 chili di serenità e compostezza.
  4. Paolo Montero, Uruguayano, ha giocato con Juventus, Peñarol, San Lorenzo e Atalanta. Detto “il pigna”, ogni tanto lo si vedeva pure colpire il pallone, a volte persino con i piedi.
  5. Marco Materazzi, italiano. Ha giocato con il Perugia e con l’Inter.  Chiedere a Bruno Cirillo.
  6. Winnie Jones, inglese. Ex Sheffield Utd e Chelsea. Detiene il record per il cartellino più veloce (tre secondi). E’ stato espulso 12 volte nella sua carriera. Una volta, nel corso di una partita,  ha distratto Paul Gascoigne strizzando le palle. Durante un altro match, nel 1988, eseguì un duro tackle sul difensore Gary Andrew Stevens, causandogli un infortunio dal quale il malcapitato non si riprese mai completamente e che pochi anni dopo lo costrinse al ritiro. Attualmente fa l’attore e, ovviamente, recita sempre la parte del cattivo.
  7. Roy Keane, irlandese. Ha giocato con Manchester Utd e Nottingham Forest. Detiene il record di cartellini rossi in Premier League (13). Qualche anno fa, ruppe intenzionalmente una gamba a un avversario. A parte questo, è uno dei più cattivi di tutti i tempi.
  8. Stig Tøfting, danese. Ha giocato con Aarhus, Odense, Amburgo, Duisburg, Bolton, Tianjin Teda e BK Häcken, facendo danni un po’ ovunque. Nel 2002 prende a testate il proprietario di un ristorante di Copenaghen che si lamentava dell’eccessiva baldoria sua e dei compagni di Nazionale (picchiando successivamente anche il cameriere del locale). Per questo episodio fu condannato a quattro mesi di carcere.
  9. Salvatore Soviero, italiano. Ha giocato con Genoa, Salernitana e Venezia. Nel 2004, caricò da solo l’intera panchina del Messina, guadagnandosi cinque mesi di stop.

Rispondi