Lucky Junior 6-1 Virtus San Paolo, il Pagellone del Bellugi

TABELLINO

LUCKY JUNIOR: VIOLA, DE LUCA, ORSOLINI, CAMMARATA (DAL 64’ PAZIENZA), GATTO, TUZZI, FABBER (DAL 72’ CENCIONI), ARMENI (DAL 57’ CLEMENTE), GALANTE, D’ALESSIO (DAL 75’ BELLUCCI), NULLI (DAL 53’ DI TOMMASO). PANCHINA: ZEPPIERI. ALLENATORE: LOMBARDI

VIRTUS SAN PAOLO: MARTINI MI., CECCARELLI (DAL 68’ GARBINI), BONOMI, CORDELIA, GRUDIO, TESTA S., FRAU (DAL 46’ PINILLOS), CAPPELLI (DAL 75’ DELLI SANTI), MARTINI MA. (DAL 68’ TESTA M.),DELFINI (DAL 46’ DI GIANNICOLA), DI GIAMMARCO. PANCHINA LALLI, ROSAN. ALLENATORE: PATRIARCA.

MARCATORI: 22’ TUZZI, 30’ DI GIAMMARCO, 50’GALANTE, 54’ D’ALESSIO, 65’ GALANTE, 72’ DI TOMMASO, 86’ GALANTE.

AMMONITI: DI GIAMMARCO, TESTA S. (VIRTUS SAN PAOLO).

ESPULSI: TESTA S. (VISTUS SAN PAOLO).

VIOLA 6,5 – Si guadagna la pagnotta anche questa settimana, confermando un ottimo stato di forma atletico e soprattutto mentale. Nel primo tempo mette le sue manone su un velenoso tiro angolato da fuori area.  Eccezionale a fine partita nel ribattere in angolo una botta tirata quasi dal dischetto di rigore. SPIDER MAN

DE LUCA 6,5 – Gioca buona parte della partita da terzino destro, ruolo della sua “giovinezza”. Nei primi dieci minuti sembra andare in difficoltà contro il rapido Frau ma ha l’esperienza dalla sua e ci mette poco a capire come fermarlo. Quando passa centrale, con l’uscita di Armeni, la Lucky chiude a doppia mandata il portone d’ingresso. MASTRO DI CHIAVI

ORSOLINI 6,5 – Ha cambiato più ruoli lui in tre partite che Brad Pitt nella sua carriera di attore. Una volta terzino, poi ala, poi centrale di centrocampo, poi ancora terzino. Giocatore tanto poliedrico quanto eccezionale per la sua bravura, duttilità e, soprattutto, umiltà. Non è ancora al meglio della forma ma riesce comunque a presidiare la fascia senza troppi patemi, concedendo le briciole agli avversari. FLORENZI

CAMMARATA 7 – E’ la rivelazione di questo inizio di campionato. Parla poco ma in campo si fa sentire con i fatti. Una partita straordinaria nel primo tempo, monumentale nella seconda dove oltre, a non far prendere palla agli avversari, si concede anche il lusso di uscite palla al piede degne del Lucio dei tempi d’oro. Prende una brutta botta al naso che lo costringe ad uscire con una maschera di sangue al volto. JACK THE RIPPER

DAL 64’ PAZIENZA 6 – Finalmente  debutta anche lui, dopo lo stop forzato per i noti problemi muscolari che lo affliggono da inizio preparazione. Non fa rimpiangere il compagno di squadra, giocando con tanta grinta e determinazione. Se torna sui livelli dell’anno passato sarà una scelta importante in più per Mister Lombardi. PANZER

GATTO 6,5 – Non ancora sui livelli che gli competono, alterna cose buone a cose meno buone. Qualche problema di troppo in difesa e sui calci piazzati ma con il sole contro è complicato gestire i palloni alti. Nella seconda frazione cresce anche lui nella qualità delle giocate anche ma rimane col fiato corto troppo presto a causa del non perfetto stato di forma. ALTI E BASSI

TUZZI 7,5 – Sblocca la gara andando a ribattere in rete una spizzata di testa di Fabber, abile a staccare in mezzo a tre avversari. E’ in fiducia e si vede in ogni singola giocata che prova. Gli avversari stentano a prenderlo e lui sguazza sulla fascia che è una meraviglia. Favoloso l’assist per il gol del vantaggio di Galante con un lancio in diagonale che taglia tutto il campo e finisci sui piedi del compagno. Sicuramente la sua miglior partita da quando è alla Lucky Junior. DEVASTANTE

FABBER 7 – Cuore, sudore, grinta, è un assoluta furia della natura in mezzo al campo. Una sicurezza per la squadra che nei momenti di difficoltà sa già che ci sarà lui a dargli una mano. Qualche piccola responsabilità sulla posizione nel gol del pareggio del Virtus San Paolo, ma è una goccia nel mare rispetto a quanto dato in questa partita. Rispecchia lo spirito che il Mister chiede alla squara e se poi riesce anche a mantenere la calma come ha fatto e non farsi ammonire, sarà un perno fondamentale per il gruppo. TERMINATOR

DAL 72’ CENCIONI 6,5 – Sulla corsia di sinistra, nonostante il punteggio largamente acquisito, gioca molto aggressivo e concentrato con un paio di sgroppate delle sue sulla fascia. Per quanto mi riguarda aveva meritato ampiamente la sufficienza nel prepartita presentandosi con un look anni 80’: sbarbato, lupetto nero e capello riccio folto. NINETTO DAVOLI

ARMENI 6,5 – Messo alle spalle il fastidioso problema al ginocchio che lo ha fatto allenare a singhiozzo, trova subito una maglia da titolare. Ripaga la fiducia con una buona prestazione sia dal punto di vista tecnico che da quello dell’aggressività. Nonostante la faccia da bravo ragazzo il tocco vellutato sa tirar fuori una cattiveria agonistica che non ti aspetti. Come era prevedibile, ha ancora uno scarso minutaggio e viene sostituito da Clemente verso il 60’. DART FENER

DAL 57’ CLEMENTE 6,5 – Come i cani di piccola taglia è tanto “grazioso“ (con il suo completino nero) quanto fastidioso. Si mette alle caviglie degli avversari e non li molla mai, spesso abbaiando senza sosta. Non ne fa passare una sia calcisticamente che verbalmente. Ha preso anche molta sicurezza e rispetto alla prima di campionato. E’ un altro giocatore. VALLO DA GUARDIA

GALANTE 9 – Una sola parola: favoloso. Dopo un primo tempo abbastanza anonimo gioca una seconda parte di gara a dir poco strepitosa. Tre gol (uno anche di testa!!), un assist, tante giocate e soprattutto grande sacrificio in copertura. E’ in uno stato di forma clamoroso e quando ha spazio aperto per puntare l’uomo sono cavoli amari per tutti. L’OFFICINA DEL FANTASTICO

D’ALESSIO 7 – Anche lui sembra un altro giocatore rispetto al passato. Grintoso e cattivo quanto serve, non ci pensa due volte a farsi sentire dai compagni quando vede qualche distrazione di troppo. Il bel gol che fa bruciando in velocità i due centrali è la ciliegina sulla torta di una prestazione gagliarda e tosta. LA VESPA

DAL 75’ BELLUCCI 6,5 – Schierato da punta di movimento il Mister gli chiede di fare da satellite attorno al compagno Di Tommaso in cerca di qualche spizzata in profondità. Buone giocate e il delizioso assist di tacco per Galante che infila il portiere per lo “scavetto” che porta al gol del 6-1 finale. Che sia l’inizio di una nuova “primavera” calcistica in un nuovo ruolo?!? (o vecchio visto che ci giocavo a 18 anni n.d.r). TRESCARSISTA

NULLI 6,5 – Tanta buona volontà ma l’assenza di un riferimento centrale non gli fa trovare la posizione giusta. Spesso deve andare a prendersi il pallone quasi sulla linea di centrocampo con gli avversai che a volte lo triplicano. Prende come sempre parecchi falli e si rialza senza fiatare. Mezzo voto in più per aver riempito le borracce alla fine del primo tempo!!! PREZIOSO

DAL 53’ DI TOMMASO 7 – Il Bomber quest’anno ha il piede veramente caldo. Dopo l’opaca prestazione di sabato scorso aveva una gran voglia di rifarsi e non si è lasciato attendere. Dopo neanche dieci minuti dal suo ingresso, riceve un bel pallone al limite dell’area di rigore, sposta la sfera sul destro e fa partire una tiro potente che piega le mani al portiere e si insacca all’angolino. Avrebbe anche la possibilità di segnarne un altro su un pasticcio difensivo degli avversari (scontro portiere/difensore) ma la fretta di calciare in porta fa partire un tiro strozzato che termina a lato. HOT SPOT

NON ENTRATI: ZEPPIERI.

LOMBARDI 7,5 – La squadra mostra in campo il carattere e l’aggressività che chiede con insistenza durante la settimana. Tutti sembrano sacrificarsi per la causa e questo è sicuramente anche merito suo. Dopo un primo tempo di studio la squadra esce alla grande nel secondo tempo grazie agli accorgimenti tattici dell’intervallo. DAJE MISTER

FUORI DAL CAMPO 10: Grazie alla bella giornata di sole gli spalti finalmente erano gremiti con un sostegno continuo ed incessante alla nostra Lucky. Grazie di cuore dalla Lucky a tutti voi che eravate li con noi. Siete il nostro dodicesimo uomo in campo!! KEEP CALM AND SUPPORT LUCKY JUNIOR

Rispondi