Lucky Junior 6-1 Sporting Pomezia: il Pagellone del Bellugi

GALANTE E DI TOMMASO AFFONDANO IL POMEZIA. CAMMARATA DEVASTANTE, PAZIENZA UN MURO.

Il capitano Luca Di Tommaso suona la carica!

TABELLINO

LUCKY JUNIOR

PACIARONI, ORSOLINI (DAL 82’ ANTONETTI), PAZIENZA, SY, BETTI (DAL 68’ STEFANINI), CAMMARATA (DAL 78’ VENDITTI), GATTO (DAL 62’ GIOVANNETTI), ARMENI, GALANTE, CESARETTI (DAL 72’ GIGANTE), DI TOMMASO (C). PANCHINA: FORTINI. ALLENATORE: MASSA.

SPORTING POMEZIA

PALUMBO (DAL 82’ GILARDINI), STAZI (DAL 61’ FRANCESCHETTI), PANSE (DAL 45’ BELFIORE), GIARDINA, IMONDI, MIGANI (C), BONI (DAL 58’ ROSSI), D’ADDONA, D’ANGELO, D’AGOSTINO, D’ANGELI (DAL 58’ OLMELLI). ALLENATORE: BENEDETTI.

ARBITRO: LUIGI CONTE (SEZ. DI CIAMPINO)

RETI: 28’, 32’ E 69’ GALANTE, 49’ 78’ E 90’ DI TOMMASO, 76’ D’ANGELO

AMMONITI: CESARETTI – MIGANI, BONI, D’ANGELI, OLMELLI

ESPULSI: D’AGOSTINO

NOTE: RECUPERO: I TEMPO 2’, II TEMPO 0’. SPETTATORI 20 CIRCA.

PAGELLONI

PACIARONI 7 – Leggendo il risultato uno penserebbe che abbia passato un tranquillo pomeriggio grappa e giocata alla Snai alla mano… invece è stato decisivo nel momento in cui la partita era ancora in bilico. E’ nei primi venti minuti di gara che compie, infatti, le due parate fondamentali della sua partita. Prima devia in angolo una punizione velenosissima di Migani, poi compie un autentico miracolo deviando in tuffo la bordata di D’Angelo scagliata dal limite dell’area di rigore. Poteva forse fare qualcosina in più sul calcio di punizione dello stesso D’Angelo nel secondo tempo, ma il tiro si insacca preciso preciso all’angolino alto alla sua destra, dopo averlo sfiorato con la sua manona! BAR DELLO SPORT

ORSOLINI 7 – Non è al meglio della condizione ma riesce comunque a chiudere a doppia mandata la corsia di destra, prendendosi anche la libertà di qualche sgroppata in avanti. Pregevole il suo assist dai trenta metri per Cesaretti che di testa manda fuori di pochissimo. TRANSIBERIANA

DAL 82’ ANTONETTI S.V. – Si piazza nel mezzo per dare maggiore peso specifico alla mediana. BLOCCO STRADALE

PAZIENZA 7,5 – Come gli hanno detto diverse volte qualcuno del Pomezia sarà pure brutto a vedersi, sgraziato nei movimenti ma a conti fatti gli avversari il pallone lo hanno visto solo nel riscaldamento. Perennemente in anticipo ha dimostrato anche grande maturità calcistica e attenzione nel guidare la difesa. Se gioca con questa personalità e autorità non ce n’è veramente per nessuno. MIKE TYSON

SY 6,5 – Buona la prima per il ragazzo venuto dal Senegal! E’ cresciuto tantissimo dall’inizio della stagione e in campo i risultati si vedono. Gioca con attenzione e cattiveria agonistica cercando sempre la soluzione più efficace quando ha il pallone tra i piedi. Insieme a Pazienza forma una coppia interessante e fisicamente difficile da superare. HAKUNA MATATA

BETTI 6,5 – Dalla sua parte ha un avversario veloce che attacca bene la profondità e almeno nella prima parte di gara deve impegnarsi a fondo per tenerlo al guinzaglio. Ci riesce comunque molto bene riuscendo pure a piazzare qualche interessante strappo in avanti. CONCENTRATO

DAL 68’ STEFANINI 6,5 – Ha il merito di calciare la punizione da posizione siderale che colpisce in pieno il compagno Di Tommaso in area di rigore e porta al gol del 5-0. Entra comunque molto bene in partita facendo valere la sua forza fisico rispetto agli avversari, decisamente più piccoli di lui. AMERICAN SNIPER

CAMMARATA 7,5 – Come spesso gli accadi parte a ritmi bassi per poi accelerare all’improvviso e fare la differenza nel vivo della partita, spaccandola letteralmente  in due. Splendida l’azione di rabbia e caparbietà con cui raggiunge un pallone, che sarebbe stato lungo per tutti ma  non per lui, e che porta all’assist del gol del 2-0 di Galante. Entra in quasi tutte le azioni importanti della partita e prova ad entrare anche lui nel tabellino dei marcatori ma la mira non è stata delle migliori. LUMBERJACK

DAL 78’ VENDITTI 6 – Diligente tatticamente si impegna a fondo per mantenere alti i ritmi e non far rischiare nulla alla difesa. Notevoli due recuperi sulla mediana. DINAMICO

GATTO 7 – Ha un tempo nelle gambe ma lo spara tutto a mille senza risparmiarsi. Gioca con una grande cattiveria agonistica e voglia di fare. E’ il suo il primo tiro della gara che mette subito in difficoltà Palumbo al primo giro di lancette. BREVE MA INTENSO

DAL 62’ GIOVANNETTI 6,5 – Nonostante un passo cadenzato, senza grandi strappi, riesce con un buon senso della posizione a trovarsi sempre nel posto giusto. Conferisce centimetri e forza al centrocampo non disdegnando anche qualche sortita in avanti. Sicuramente una freccia in più nell’arco di Mister Massa per questo intenso finale di stagione. SERGIO BUSQUETS

ARMENI 7 – Sta raggiungendo una costanza di rendimento tale da non farci neanche più caso. Solito lavoro oscuro di raccordo e di rottura, con portentose giocate nello stretto, suo vero marchio di fabbrica. MOTORE

GALANTE 9 – Si presenta negli spogliatoi con la febbre a 38 , dice “Mister non so se ce la faccio oggi”… poi, però, stringe i denti entra in campo, sopporta la fatica, le botte, e ti piazza pure una tripletta. Che dire: straordinario. Le prime due reti da vero opportunista dell’area di rigore la terza di stile con una bordata nel sette. Corre tantissimo, recupera, attacca lo spazio senza soste, spremendosi fino all’ultima goccia di energie che aveva in corpo. FEBBRE A 90

CESARETTI 7,5 – Anche lui non era certo al meglio, rientrando dopo il lungo infortunio solamente domenica scorsa. Ma riesce comunque a giocare una grande partita, di sacrificio, pressing e tanta corsa. Gli è mancato il gol certo ma la prestazione e l’assist per Galante nel secondo tempo dopo una volata di 60 metri in solitaria valgono sicuramente di più. DINAMITE

DAL 72’ GIGANTE 6 – Trotterella sulla fascia mancina non riuscendo, però, a rendersi mai pericoloso in avanti, tranne che per una interessante sgroppata in solitaria nella quale si porta a casa un calcio d’angolo. Buona, invece, l’azione di disturbo nella fase di non possesso e la gestione dei falli. SPINONE

DI TOMMASO 9 – Presenza costante e importante nella partita. Sono prestazioni come queste dimostrano perché è lui il capitano, il leader tecnico e spirituale della squadra. Gioca con i famosi occhi della tigre e la tripletta non viene certo per caso. Quando arrivi prima di tutti sui palloni vaganti in area di rigore, quando ti muovi con quella frazione di secondo prima dell’avversario non è mai per caso. Nel calderone anche il tiro-assist per Galante che sblocca la partita nel primo tempo. IMPERATORE

NON ENTRATI: FORTINI.

MASSA 7,5 – La squadra risponde a dovere alle sollecitazioni dimostrando di non aver perso la “testa”, durante la lunga sosta. Le cose da migliorare ci sono e ci saranno sempre ma stavolta ci sono veramente poche recriminazioni da fare anche in considerazione della bravura dell’avversario di giornata.

FUORI DAL CAMPO: Pioggia freddo e vento non hanno certo fermato i nostri fedelissimi! Grazie di cuore a tutti i presenti e soprattutto a tutti i papà che erano in tribuna e in campo. Tanti auguri! KEEP CALM AND SUPPORT ASD LUCKY JUNIOR

Rispondi