Lucky Junior 6-1 Sporting Colleferro, il Pagellone del Bellugi

LUCKY JUNIOR: FORTINI, CENCIONI (DAL 67’ ORSOLINI), TERRIBILI, CAMMARATA, STEFANINI, GATTO (C) (DAL 46’ DI TOMMASO), FABBER (DAL 65’ TUZZI), ARMENI (DAL 80’ PAZIENZA), CICCHETTI (DAL 57’ BELLUCCI), ANTONETTI, GALANTE. PANCHINA: CLEMENTE, DE LUCA. ALLENATORE: LOMBARDI

SPORTING COLLEFERRO: MAROCCO, CIPRIANI, MARGIOTTI (C), CATAPANI (DAL 61’ NOBILI), SACCUCCI, RANELLI, VALENTINI (DAL 46’ AHMED ABDELNABY), FRANCESCONI, LANNA, FUZIO, GENTILI. ALLENATORE: SAFFIO

MARCATORI: 37’ E 66’ STEFANINI, 61’ FABBER, 63’ ANTONETTI, 79’ GALANTE, 81’ BELLUCCI, 82’ LANNA.

AMMONITI: CAMMARATA – CATAPANO, SACCUCCI, LANNA.

PAGELLONE

FORTINI 6,5 – Le statistiche dicono che con lui a difendere i pali sono arrivati sei dei sette punti conquistati fino ad ora. Seppur poco impegnato reagisce bene ai pochi palloni che transitano dalle sue parti. Favolosa per scelta di tempo la sua parata bassa su un avversario lanciato tutto solo a rete. Peccato per l’evitabile gol preso nel finale per il quale ha veramente poche colpe. L’AMULETO

CENCIONI 6,5 – Spostato sulla destra spinge di meno rispetto al solito ma è stato tatticamente prezioso, nell’inizio dell’azione grazie ai piedi educati. Splendido il suo calcio di punizione dalla trequarti per la zuccata vincente di Fabber. VELOCIRAPTOR

DAL 67’ ORSOLINI 6 – Una sicurezza come sempre. Padroneggia la fascia con personalità e recupera tanti palloni, specialmente quelli imbarcati in curva nell’intervallo! IL CERCATORE

TERRIBILI 6 – Bene nel complesso ma da rivedere i tempi di gioco con i compagni di reparto. Troppo spesso quando uno andava sulla palla l’altro non si staccava e si creavano voragini alle loro spalle. Anche stavolta sorprende tutti per la maggiore calma e tranquillità… che abbia superato la pubertà? FIORETTO

CAMMARATA 6 – Pulito e preciso negli interventi, riesce ad uscire dalle complicate con giocate apparentemente facili. Va vicino al suo primo gol con la Lucky nel finale, ma la sua bordata dal limite finisce di poco a lato. Fatica, però, a trovare una coesistenza con il compagno di reparto. Entrambi, infatti, hanno l’abilità di comando della difesa come Schettino di una nave. QUANDO PRENDEMO STO TIMONE?

STEFANINI 7,5 – Spacciato come il nuovo Koralov da diversi compagni di squadra ad inizio stagione dimostra invece di avere una innata abilità “Pippo Inzaghi”. E’, infatti, abilissimo e lestissimo ad avventarsi sulle palle vaganti in area di rigore. Entrambi le sue reti nascono proprio così, dalle famose seconde palle (tanto care al mister!) ribattute dove è stato bravo a farsi trovare pronto e ribadirle in rete. Prestazione nel complesso molto positiva sia in fase difensiva che di spinta, dove riesce a dare sicuramente il meglio di se. Con questa doppietta balza alla guida della classifica marcatori della squadra a quota tre reti. BOMBER PER CASO

GATTO 6 – Non è al massimo della condizione ed in campo fatica parecchio nonostante gli avversari concedano spazio. Troppo spesso va col “sedere a terra” a causa di scivolate, anche pericolose. DIFENSORE SCIVOLOSO DIFENSORE PERICOLOSO

DAL 46’ DI TOMMASO 6,5 – Anche lui parecchio acciaccato riesce a giocare grazie al pellegrinaggio al Divino Amore fatto la notte prima. San Voltaren da Berna gli fa la grazia e riesce a stare in campo senza problemi. Grazie alla sua mole la squadra sembra trovare il suo punto di riferimento ed a giocare finalmente un calcio più incisivo ed autoritario. Il gol non è arrivato, seppure ci abbia provato in tutti i modi, ma è stato utilissimo nel gioco di sponda ed, appunto, di raccordo con i compagni, vedi anche l’assist per il gol di Bellucci nel finale di gara. CHIAVE DI VOLTAREN

FABBER 7 – Il gol di testa è qualcosa di stupendo per potenza, stile e precisione. Vola in cielo altissimo ad incornare una pennellata perfetta dell’amico Cencioni. Tatticamente ancora acerbo riscatta la prestazione con la consueta esuberanza fisica che in partite come queste fanno la differenza. Anche lui non al top chiede il cambio perché stremato. O PULLACCHE

DAL 65’ TUZZI 6 – Corre di qua e di la senza trovare una vera posizione, come un piccolo beagle lasciato al parco. SPENSIERATO

ARMENI 6 – Prestazione ordinata e precisa. A risultato acquisito si prende anche il lusso di un paio di numeri che mandano in bambola gli avversari. Dopo la sostituzione si accascia visibilmente frastornato in panchina chiedendo a Guido se fosse passato il 37 barrato. DEFIBRILLATO

DAL 80’ PAZIENZA S.V. – Buon impatto nella gara, entra duro senza fronzoli all’occorrenza. BUTTAFUORI

CICCHETTI 6 – Si applica, corre ma sembra non crederci fino in fondo in quello che fa. La convinzione e la grinta che ci mette durante gli allenamenti non rispecchia poi quello che mostra in campo la domenica. Molto bene nei primi 15 minuti dove va addirittura vicino al gol con un bel diagonale. GIOCATORE DEL GIOVEDI

DAL 57’ BELLUCCI 6,5 – Dopo anni a correre dietro agli avversari il fatto di dover giocare alto non gli entra proprio in testa. Dopo essersi beccato una bella strigliata dal sempre posato Mister per non aver attaccato la porta, raccoglie le forze e piazza lo scatto decisivo all’incursione di un voglioso Di Tommaso. L’assist del compagno era un dolcetto troppo goloso da mangiare ed, infatti, insacca col piattone sinistro, anticipando l’avversario in semi scivolata. Terza rete in carriera dopo una vita con la Lucky. L’APPETITO VIEN MANGIANDO

ANTONETTI 7 – Il ruolo di “falso nueve” gli calza a pennello grazie alla sua storia da centrocampista. Protegge palla e smista palloni a destra ed a manca con precisione chirurgica e tempi giusti. Sbaglia veramente poco e nel secondo tempo suggella la prestazione con il suo secondo gol stagionale, raccogliendo in area piccola, l’assist di un incontenibile Galante. EL GRINGO

GALANTE 7,5 – Dopo un primo tempo arruffone e nervoso, nel quale è stato comunque uno dei più pericolosi, gioca i secondi 45 minuti con classe e decisione. Quando ha la mente libera e gli spazi in cui incunearsi diventa veramente devastante. Straordinario l’elastico con annessa “busta” al terzino che prelude all’assist per il gol di Antonetti. Tante giocate ed una condizione fisica straripante che si vede in un suo recupero difensivo di 60 metri a fine partita. Il suo secondo gol stagione è stata la classica ciliegina sulla torta: azione personale sulla sinistra, dribbling e lob perfetto a scavalcare il portiere in uscita. COSMOPAVONE

NON ENTRATI: CLEMENTE, DE LUCA.

LOMBARDI 7 – Finalmente una soddisfazione dopo aver masticato amaro troppe volte in questo inizio di stagione. La squadra non gioca bene come vorrebbe ma porta comunque a casa un risultato tondo che deve dar morale per il proseguo del campionato. Il cambio modulo deciso nel secondo tempo ha giovato alla squadra che ha preso sicurezza e dilagato alla distanza.

FUORI DAL CAMPO 8 – Bella giornata, poche presenze sugli spalti ma parecchio rumorose (come sempre d’altronde). Da quando è tornato lo striscione, poi, in casa sono arrivati solo punti! KEEP CALM AND SUPPORT LUCKY JUNIOR

Rispondi