Lucky Junior 4-1 Tre Fontane Scs: il Pagellone del Bellugi

MAURIZIO MINISTRO DELLA DIFESA COL VIZIO DEL GOL. CLEMENTE CUORE E POLMONI. DI TOMMASO E GALANTE A CORRENTE ALTERNATA.

 

Il rigore del momentaneo 1-0 di Luca Di Tommaso

TABELLINO

LUCKY JUNIOR: VIOLA (DAL 69’ PACIARONI), CLEMENTE, PAZIENZA, MAURIZIO, STEFANINI (DAL 59’ ORSOLINI), CAMMARATA (DAL 73’ GIGANTE), GATTO, D’ALESSIO, GALANTE, CESARETTI (DAL 86’ VENDITTI), DI TOMMASO (C) (DAL 65’ MANUPELLI). PANCHINA: CATALDO, TUZZI. ALLENATORE: MASSA.

COOP. TRE FONTANE S.C.S.: HAMIDOU, YAYA TOURE (DAL 84’ KABA), DERMANE, BAYMARUS, AJBARET, ABUBAKER, MUWAH, ISICHELI (DAL 50’ JABBI, ELSAYED, ABDI, SOUMAORO. PANCHINA: NIANG, SEKU. ALLENATORE: MARCHIONE.

RETI: 10’ DI TOMMASO (R), 41’ SOUMAORO, 51’ MAURIZIO, 56’ GATTO, 79’ GALANTE

AMMONITI: PAZIENZA, STEFANINI, GALANTE.

PAGELLONI

VIOLA 6,5 – Viene impegnato poco ma si guadagna comunque la pagnotta al 25’ del primo tempo, respingendo in angolo un diagonale velenoso scagliato con forza dal limite destro dell’area di rigore. Preciso come sempre nelle uscite, mette sicurezza a tutta la retroguardia grazie ala sua bravura e personalità. Esce anzitempo dal match per impegni lavorativi! PAR-TIME

DAL 69’ PACIARONI 6 – La pressione del debutto forse non lo rende tranquillo e sbaglia le prime due uscite, che per poco non portano al gol avversario. Poco prima dello scadere del tempo regolamentare si rifà con una bellissima parata con la mano di richiamo, alla sua sinistra, su un forte diagonale da fuori area. UNDER PRESSURE

CLEMENTE 7 – Sbaglia il primo passaggio all’86 minuto ma è il contesto della sua prestazione a regalare emozioni forti. La vita come il calcio del resto ti può dare mazzate improvvise, quando meno te lo aspetti. Ci fa cadere violentemente a terra a volte ma la differenza la fa sempre la voglia di rialzarsi e di continuare a combattere. Una grandissima partita, forse la più bella della sua storia con la Lucky, finita pure con la fascia da capitano al braccio, portata con onore. CAPITAN FUTURO

PAZIENZA 6 – Prestazione nel complesso buona a parte un paio di svarioni ben rattoppati da un Clemente in grande spolvero. Attento e concentrato per lunghi tratti della partita a volte si fa trasportare dalla trance agonistica rischiando più volte il secondo giallo. L’ARROTINO

MAURIZIO 7,5 – Gioca come un centro di basket, stoppando tutto quello che transita nella sua zona. Nonostante una statura non elevata per il ruolo, nel gioco aereo riesce sempre a farsi valere, anticipando sempre l’avversario di turno. Nel gol del 2-1 sfrutta al massimo questa sua caratteristica andando a depositare in rete, di testa, una palla che scendeva a campanile, poco dentro l’area piccola di porta. Ancora da registrare qualche meccanismo nel comando della linea ma la prestazione è stata a dir poco sfavillante. MINISTRO DELLA DIFESA

STEFANINI 6 – Non è ancora al meglio della condizione e soffre in dinamismo degli avversari del Tre Fontane. Si vede poco anche in avanti amministrando a dovere la benzina rimasta nel serbatoio. MEZZO SERVIZIO

DAL 59’ ORSOLINI 6 – Di ritorno dalle Americhe si presenta al campo col passaporto e carta di  imbarco ma il Mister gli dice che non è valida per superare il centrocampo e si deve occupare solamente di montare la guardia sulla fascia di competenza. Cosa che sa fare sempre con molta diligenza. GARIBALDI

CAMMARATA 6 – La nuova impostazione tattica lo fa correre veramente tanto e perde qualcosa in lucidità quando è il momento di costruire. E’ infatti molto meno nel vivo della manovra ma ha svolto un lavoro impressionante sul piano del dinamismo, della corsa e dell’equilibro tattico della squadra. Esce stremato per crampi. FIREWALL

DAL 73’ GIGANTE 6 – La faccia da bravo ragazzo nasconde un attitudine al lavoro “sporco” inaspettata. Molto bene, infatti, nella fase di non possesso palla, meno bene quando deve gestirla. Nel complesso non fa assolutamente rimpiangere il compagno di squadra. MONELLACCIO

GATTO 6,5 – Gioca finalmente una gara ai suoi livelli. Ha interpretato a dovere entrambi le fasi di gioco mettendoci anche una grande intensità e cattiveria agonistica nell’andare a recuperare palla. Ottimo nella regia torna finalmente anche al gol, dopo quasi un anno, proprio con la sua specialità: il calcio piazzato. TORRE DI CONTROLLO

D’ALESSIO 6 – Il vestito che gli ha voluto cucire addosso il Mister non gli sta ancora a pennello e fatica a far vedere le sue potenzialità. Partita comunque diligente e di sacrificio tattico con le sue giocate che potevano sembrare banali all’apparenza ma che sono state sempre ben dosate al momento della partita. Cresce alla distanza. CODICE BINARIO

GALANTE 6,5 – Fatica parecchio a trovare gli spazi giusti ma quando riesce a sgusciare via negli spazi è sempre pericoloso. Nella prima frazione regala prima un assist d’oro a Di Tommaso, che però spara alto da ottima posizione e poi è lui a divorarsi un gol col piattone. Nel secondo tempo, anche grazie ad una prestazione migliore della squadra, il suo apporto nella partita cresce di conseguenza. Il suo gol di punta ad anticipare l’uscita del portiere è la conclusione di una velocissima azione di ripartenza rifinita da un ispirato Cesaretti. Anche contro il Tre Fontane, timbra il cartellino per la seconda partita consecutiva dimostrando di aver forse trovato finalmente il giusto feeling con il gol. CIRQUE DU SOLEIL

CESARETTI 7 – Lotta su ogni palla con grande qualità e cattiveria agonistica. Ogni giocata non è mai banale e quando decide di partire palla al piede è dura fermarlo. Gli è mancato solo il gol ma il fallo da rigore che si procura nel primo tempo (1-0) e l’assist che offre a Galante l’assist per il gol che chiude la partita (4-1) sono sintomo di una condizione e convinzione eccezionale. Un costante spina nel fianco per gli avversari. IL PIRATA

DAL 86’ VENDITTI S.V. – Il Mister gli affida zaino e moschetto e lo manda in prima in linea a rimpolpare il centrocampo nei minuti finali per mettere in ghiaccio il risultato. SOLDATINO

DI TOMMASO 6,5 – Non una della sue migliore prestazioni ma riesce comunque ad entrare nel tabellino dei marcatori siglando con freddezza il rigore del momentaneo 1-0 al decimo del primo tempo. Il capitano lotta  comunque con le unghie e con i denti, cercando di far mantenere sempre alta l’attenzione di tutti i compagni di squadra. Rischia la doppietta personale in due occasioni ma la mira, stavolta, non è stata delle migliori. POLVERI BAGNATE

DAL 65’ MANUPELLI 6 – Gioca molto bene di sponda per i compagni grazie all’ottima tecnica di base e alla sua attitudine naturale ad impostare il gioco e farsi trovare smarcato tra le linee. Gli ritornano però pochi palloni giocabili negli ultimi trenta metri e non riesce ad essere mai veramente pericoloso sotto porta. Buono, comunque, il suo impatto sulla partita. VIVACE

NON ENTRATI: CATALDO, TUZZI.

MASSA 7 – Due vittorie le prime due partite non sono mai cosa banale ma è il cambio di ritmo nel secondo tempo che ci segnala che la squadra crede fermamente nel suo comandante. Le cose da migliorare ovviamente ci sono e ci saranno sempre ma la sua impronta all’interno della partite inizia a farsi vedere.

FUORI DAL CAMPO 10 – Per la prima in casa buona affluenza di pubblico sugli spalti nonostante una pioggerellina che ha accompagnato buona parte della gara. Il supporto dei ragazzi sugli spalti e sempre molto importante e la presenza dei nostri tesserati non convocati ci da sicuramente man forte ed è un segnale positivo dello stato attuale di coesione del gruppo. Come sempre il nostro Fabrizio Croce si è fatto sentire più di altri ma anche i vari Alessio Nutile, Matteo Terribili e Matteo Antonetti hanno fatto la loro parte. Un saluto speciale al nostro ex Mister ma soprattutto amico e tifoso Luca Lombardi presente sugli spalti a sostenerci e alla mitica Giulia che come sempre avrà saputo cogliere con la sua macchina fotografica i momenti migliori della partita! KEEP CALM AND SUPPORT ASD LUCKY JUNIOR

Rispondi