Lucky Junior 3-1 Sporting Pomezia, il Pagellone del Bellugi

TABELLINO

LUCKY JUNIOR: FORTINI, CLEMENTE, CENCIONI S., CAMMARATA, FABBER, TERRIBILI, D’ALESSIO (Dal 60′ SILVESTRI), ARMENI (Dal 85′ MONDERNA), DI TOMMASO (Dal 80′ NULLI), GATTO (Dal 45′ TUZZI), GALANTE (Dal 75′ INGANNAMORTE). PANCHINA: BUONO. ALLENATORE: LOMBARDI

SPORTING POMEZIA: FELLI, BOUCARI, ARPAIA, MESINA, PALUMBO, LATTANZIO, MICALONI, DE MATTESI, SANTORO, MONTANERA, BRESSI. PANCHINA: TORREZ, CHERECHS, COSCO, BONI, SANNA, NOLANO, DI CARLO. ALLENATORE: DE DOMINICIS.

MARCATORI: 27′ FABBER (L), 55′ D’ALESSIO (L), 65′ DI TOMMASO (L), 90′ SANNA (S).

AMMONITI: CLEMENTE, FABBER, GATTO, IINGANNAMORTE, FELLI, BOUCARI, ARPAIA, MONTANERA.

ESPULSI: FABBER per somma di ammonizioni, TERRIBILI per proteste, PALUMBO per proteste dopo il termine della gara.

 

PAGELLONE (STAVOLTA FATTO DA VALERIO “VALLO” CLEMENTE)

FORTINI 7,5 – Il Presidente torna a difendere i pali della Lucky, e sfodera una prestazione da vero fuoriclasse. Sicuro tra i pali e determinante in uscita, come quando nel secondo tempo nell’uno contro uno sradica con il guantone destro la palla dai piedi dell’attaccante avversario. Comanda la Squadra, dosando incoraggiamenti e rimproveri. Incolpevole sul gol nel quale si trova da solo contro quattro avversari. FELINO

CLEMENTE 6,5 – Primo tempo timido e nervoso, col passare dei minuti acquista sicurezza e determinazione, Puntuale in copertura, limita i danni e non rischia mai più del dovuto. Mezzo voto in più lo meriterebbe per il salvataggio che compie in spaccata con la punta del piede destro, che devia la palla sul palo negando il possibile 2-1 avversario, ma meglio essere modesti. Peccato per la solita ammonizione per proteste. BRONTOLO

CENCIONI 6,5 – Meno propositivo del solito, il velocista della Lucky complice una botta rimediata a inizio partita, compie limitate incursioni offensive mettendosi a disposizione della squadra in fase difensiva, dove è sempre preciso e impeccabile. Soffre, recupera e stringe i denti. GRANITICO.

CAMMARATA 7 – Oki e Aulin sono i suoi due compagni di vita dall’inizio della sua avventura targata Lucky, soffre di un dolore a una caviglia permanente, eppure anche oggi sfodera la solita prestazione determinante da leader difensivo. Sempre in anticipo, interventi puliti, dribbling e uscite a testa alta. Una vera sicurezza del reparto arretrato. THE WALL

FABBER 6,5 – Il gol in girata col sinistro meriterebbe un nove in pagella, l’espulsione a inizio secondo tempo meriterebbe 4 perciò il voto è la media tra i due. Gioca la sua partita con il solito encomiabile agonismo, lotta su ogni pallone e tenta la giocata quando possibile. Al 27’ si inventa un capolavoro: tenta la conclusione di destro al volo e sulla ribattuta insacca di sinistro. Ma è l’inizio della fine, dopo appena trenta secondi rimedia il primo giallo con un intervento molto duro. Col passare dei minuti il suo nervosismo aumenta e, a inizio secondo tempo, rimedia il secondo giallo. Nel bene e nel male è stato comunque decisivo. DOTTOR JEKYLL E MR HYDE

TERRIBILI 6 – Una buona prestazione rovinata purtroppo nel finale dal cartellino rosso per proteste. Accanto a Cammarata acquista sicurezza e tempismo, non sbaglia nemmeno un intervento di testa, sale quando può e mantiene la calma fino al 90’, quando dopo il gol subito (in probabile fuorigioco) scatena le sue ire contro il direttore di gara rimediando un cartellino rosso, forse eccessivo, ma sicuramente evitabile. RECIDIVO

D’ALESSIO 7 – Punto di riferimento per compagni ed avversari, costantemente cercato dai primi, costantemente picchiato dai secondi. Passa tutto il primo tempo a rialzarsi dopo contatti e scontri con avversari. Con il ritorno al ruolo di seconda punta, nella ripresa, nonostante l’inferiorità numerica si infila alle spalle della difesa, imbeccato da un lancio millimetrico, insaccando con un delizioso pallonetto. BERSAGLIO MOBILE

DAL 60’ SILVESTRI 6,5 – Esperienza al servizio della squadra. Entra con la Lucky in inferiorità numerica, gestisce palla, si butta su ogni pallone e conquista un numero elevatissimo di falli utili a far respirare la squadra e spezzare le trame avversarie. La condizione fisica non è ancora ottimale ma è compensata dall’intelligenza tattica e dal suo senso della posizione. PREZIOSO

ARMENI 7 – Prestazione gagliarda del centrocampista dal piede educato. Come tutta la squadra, è timido nel primo tempo e prova a illuminare con qualche lampo una partita tesa e difficile. Nel secondo tempo viene fuori con carattere e determinazione soprattutto dopo l’espulsione di Fabber dove prende le redini del centrocampo, dimostrando ottima personalità. Un grande lavoro nel recuperare palla e nel gestire il possesso che lo fa arrivare stremato al cambio. CAPARBIO

DAL 85’ MONDERNA S.V. – Davvero troppo pochi cinque minuti per attribuire la valutazione in campo. Valutazione eccellente invece per la disponibilità e lo spirito di squadra dimostrato in questa giornata di autogestione senza dirigenti. ESEMPLARE

DI TOMMASO 7 – Primo tempo difficile, pochi palloni e partita nervosa, fa a sportellate con i difensori, rimediando l’ennesimo trofeo di battaglia: i tacchetti del centrale difensivo sul quadricipite. Nella ripresa la fascia sul braccio lo trasforma in superuomo, così il bomber dopo il rosso a Fabber è costretto agli straordinari da centrocampista centrale dove si sacrifica in copertura e riesce addirittura a trovare il gol di testa in mischia. ONNIPRESENTE

DAL 80’ NULLI S.V. – Dieci minuti dove si è giocato poco e niente a causa di gol, espulsioni e proteste. Prova a farsi notare con un tiro al limite che, però, finisce fuori dallo specchio della porta. CORAGGIOSO

GATTO 6 (DI STIMA) – Preciso da calcio da fermo, suo l’assist da calcio d’angolo dell’uno a zero, è un po’ imballato al centro del campo, dove complice qualche giocata davvero complicata non trova il giusto corridoio per le sue imbucate spesso illuminanti. Paga per tutti un primo tempo un po’ spento e viene sostituito al 45’. Per chi conosce le sue doti troppo poco. RIMANDATO

DAL 45’ TUZZI 6,5 – Entra nel secondo tempo convinto di poter giocare la sua solita partita di corsa sulla fascia offensiva, ma ben presto si ritrova a dover badare alle marcature difensive ed a correre dietro agli avversari in superiorità numerica. Corre, ripiega e riparte, si fa trovare sempre pronto sulla fascia in ripartenza. SACRIFICATO

GALANTE 7,5 – Spina nel fianco perenne di ogni difesa avversaria, salta costantemente il suo marcatore, crea superiorità e guida ogni ripartenza. In copertura è ancora più sorprendente perché torna sempre a dare una mano recuperando spesso il possesso. E’ bello e si piace, in tutti i sensi e, ogni tanto, esagera con il pallone tra i piedi eccedendo nei dribbling. NARCISO

DAL 75’ INGANNAMORTE 6 – Quindici minuti per tenere la palla più lontano possibile dall’area di rigore, per quei pochi palloni che gli capitano, ci mette tutta la grinta che possiede, rimediando anche un giallo. TORO LOCO

LOMBARDI 7 – Architetto di un progetto in continua evoluzione, infatti ad ogni partita causa infortuni deve aguzzare il suo ingegno modellando la sua Lucky a seconda dei giocatori disponibili. Stavolta disegna un inedito centrocampo a tre nel primo tempo che porta la sua squadra negli spogliatoi in vantaggio per uno a zero. Torna poi al solito modulo nel secondo tempo dove, nonostante l’inferiorità numerica, la sua squadra aumenta il vantaggio portandosi addirittura sul 3-0, sacrificandosi e correndo fino all’ultimo secondo della partita. ARCHIMEDE

FUORI DAL CAMPO 9 – Buona affluenza e grande calore per il ritorno della Lucky Junior tra le mura amiche. Incoraggiamento forte con il nostro Capitan De Luca costretto a guardarci fa fuori a causa di un infortunio. Qualche piccolo diverbio di poco conto e tante preziose indicazioni. Da notare la presenza in tribuna della colonna Fabrizio Spaccatrosi, tornato a sostenere la squadra dopo una lunga assenza. KEEP CALM AND SUPPORT LUCKY JUNIOR

Rispondi