Lucky Junior 3-1 Piave, il Pagellone del Bellugi

TABELLINO

LUCKY JUNIOR: VIOLA, CLEMENTE (DAL 60’ CUGINI), PAZIENZA, TERRIBILI (DAL 55’ DE LUCA), ORSOLINI, BELLUCCI, CAMMARATA (DAL 65’ D’ALESSIO), ARMENI, GALANTE (DAL 70’ CICCHETTI), DI TOMMASO (DAL 75’ SILVESTRI), MONDERNA (C). PANCHINA: NULLI, ZEPPIERI. ALLENATORE: LOMBARDI

PIAVE: CIACCIARELLI, MORELLI, BONOMO, BANIN, ILTINI, CECCONI, ROMA, NUNNERI, ROSELLA, MURZILLI, CHIRIZZI. PANCHINA: FREZZA, MARCHETTI. ALLENATORE: MANTOVANI.

MARCATORI: 12’ GALANTE, 37’ DI TOMMASO, 63’ PAZIENZA, 89’ ROMA.

AMMONITI: PAZIENZA, D’ALESSIO – BANIN, ROMA, NUNNERI.

ESPULSO: MORELLI.

PAGELLONE

VIOLA 7,5 – Non poteva che concludersi così, con un altra perla preziosa da incastonare in una stagione straordinaria. Sicuramente la migliore da quando è con la Lucky Junior. Un paio di miracoli nel primo tempo chiudono la porta al Piave rimandando al mittente le velleità avversarie. Bellissima, poi, la parata di piede nel secondo tempo sul tiro ravvicinato dell’attaccante del Piave dall’interno dell’area piccola di rigore. Peccato per gol incassato nel finale, al quale non poteva proprio fare nulla! DIAMANTE

CLEMENTE 6,5 – Ordinato e diligente tatticamente, come sempre, nella fase difensiva sbaglia, qualche passaggio di troppo. Nel complesso ha disputato una buona partita come, del resto, lo è stata tutta la sua stagione. Un grande acquisto per la squadra, non solo per quanto fatto vedere in campo ma soprattutto per quanto dimostrato fuori. Si è immerso sin da subito nello spirito della squadra, diventando ben presto uno dei punti cardini dello spogliatoio. EL GUAJE

DAL 60’ CUGINI 6,5 – Entra con tanta grinta che vorrebbe spaccare il mondo. Corre come un forsennato a tutto campo dando una mano in fase difensiva e facendosi trovare pronto nelle ripartenze. Un paio di incursioni personali interessanti ed un tiro dal limite finito non molto al lato. CACIO E PEPE

PAZIENZA 7,5 – Magnifica, straordinaria, monumentale la sua prestazione. Il suo secondo gol stagionale è la classica ciliegina sulla torta di una partita praticamente perfetta. E’ in una condizione di forma eccellente e nel mezzo non si passa mai, tanto che le azioni più pericolose del Piave arrivano tutte dagli esterni. E’ uno di quei giocatori della rosa con margini di miglioramento incredibili e se continuerà così diventerà uno dei punti fermi della Lucky Junior del futuro. GODZILLA

TERRIBILI 6 – Sente forse troppo la presenza della famiglia in tribuna e commette qualche errore soprattutto di posizione. Vorrebbe segnare per correre sotto i tifosi ad abbracciare la sua bellissima figlia ma un suo tiro da fuori finisce di poco alto. Anche nelle palle alte non da il meglio di se ma la sua partita è stata sicuramente soddisfacente. AIHIAIAIAIAHAIAIAIAIAIAIIAAAAAA

DAL 55’ DE LUCA 6 – Capitano di mille battaglie carica la sua squadra nel pre-gara caricandola al grido che ci ha accompagnato per tutta la stagione: “Cuore e Sudore”. Amministra la difesa da veterano rischiando veramente poco, con un Pazienza straordinario a guardargli le spalle. ELIOTT NESS (Gli intoccabili)

ORSOLINI 7,5 – Devastante, una locomotiva inarrestabile sulla fascia sinistra. Quando parte gobbo palla al piede sulla trequarti gli avversari sembrano birilli e quando trova un Armeni così ispirato con cui duettare non ce n’è per nessuno. L’arbitro nella prima frazione di gara gli nega la gioia del suo primo gol con la Lucky Junior: un’azione grandiosa sulla sinistra, conclusa con un tiro dal limite di destro, la palla viene salvata ben oltre la linea di porta, ma l’arbitro non convalida il gol. Il secondo tempo cresce ancora di più di intensità e gli avversari, nonostante raddoppi continui, riescono a fermarlo solamente con le cattive. Quando gioca così è veramente di un’altra categoria. INCAPRETTATO

BELLUCCI 6 – Primo quarto d’ora scintillante concluso con il prezioso assist gol del vantaggio per Galante. Sarà per colpa del sole battente sulla capoccia pelata o per le 36 primavere ma le gambe gli si fanno subito molli. Inizia a soffrire troppo le scorribande del terzino avversario, riuscendo comunque a farsi trovare pronto nelle numerose ripartenze, sbagliando poi qualcosina di troppo nel cross o nel tiro. Nel secondo tempo ritrova la condizione, seppur badando molto al sodo quando il Mister lo riporta a terzino, con l’uscita di Clemente. Poco prima si mangia un gol clamoroso di testa su un cross perfetto di un arrestabile Orsolini. CAPOCCIA A SPIGOLI

CAMMARATA 6,5 – Stagione sublime per un ragazzo, prima che giocatore, straordinario. Parla poco, pochissimo, ma in campo dice sempre la sua con i fatti. Sa essere un gigante perché è uno di quei giocatori universale che riescono ad usare con assoluta naturalezza sia il fioretto che la sciabola. Sradica palloni dai piedi degli avversari come un boa ripartendo con eleganza e leggiadria in avanti. Al nostro “campione silenzioso” in questa splendida stagione gli è mancato – nonostante un piede caldissimo negli allenamenti – solo il gol. SIR BISS

DAL 65’ D’ALESSIO 6 – Entra talmente carico che si becca un ammonizione in una partita senza tumulti. Corre, si propone e cerca di infilarsi nelle larghe maglie della difesa ospite ma, come gli sta capitando nell’ultimo periodo, manca proprio quella scintilla da attaccante che lo renderebbe letale negli ultimi trenta metri. Svolge, in compenso, un grande lavoro di pressing, anche solitario, dando così una mano a tutti i reparti. Il prossimo anno non sarà dei nostri per impegni universitari che lo porteranno via dall’Italia. In bocca al lupo per la nuova avventura Grabriellino!!! IL PORTOGHESE

ARMENI 7,5 – E’ uno di quelli che ha saputo crescere, che ha trovato il modo di migliorare i suoi punti deboli. Se la fase difensiva e la cattiveria agonistica erano il suo tallone d’achille adesso sono diventati i suoi punti di forza. Se con il suo sinistro può fare veramente quello che vuole adesso riesce ad abbinargli anche una fase di non possesso, da mediano di rottura. Capolavoro assoluto la sua azione palla al piede partita dalla nostra metà campo: avversari saltati come birilli, entra in area di rigore, piazza un tiro forte e teso sul secondo palo che esce veramente di nulla, all’incrocio dei pali. Sarebbe stato il gol più bello della stagione ma il pubblico lo omaggia comunque con un minuto di applausi. STELLA POLARE

GALANTE 7,5 – E’ stata la stagione della sua consacrazione. Da atleta indolente e, spesso, troppo piacente è diventato un giocatore a tutto tondo, un elemento fondamentale ed insostituibile. Corre senza sosta per tutta la partita mantenendo la concentrazione sempre altissima. Difficilmente ha steccato una partita quest’anno ed oltre ad essere l’uomo in più in attacco, lo trovi sempre a dare una mano al terzino, in fase difensiva. Il gol del vantaggio arriva verso il 15’ del primo tempo, quando va a raccogliere, sul secondo palo, un cross pennellato di Bellucci. Gol che fa salire il suo score a quota 11 gol stagionali, come il numero della maglia che lo ha accompagnato per tutto l’anno. Sono, però, i suoi comportamenti in campo, la sua abnegazione, che fanno la differenza. Sulla fascia non lo hanno veramente mai preso e con Orsolini ed Armeni hanno formato un tiro scoppiettante. WINNING ELEVEN

DAL 70’ CICCHETTI 6 – Entra un forse un po’ scarico, ma la cattiveria agonistica non è mai stato il suo punto forte. Partecipa comunque anche lui alla battaglia, correndo avanti e indietro sulla fascia, cosa che invece sa fare sempre con molto bene. DALL’ABRUZZO COL FURGONE

DI TOMMASO 7 – Dopo un digiuno troppo lungo arriva, finalmente, il suo diciottesimo sigillo stagionale. Trova il gol con coraggio ed astuzia, con un istinto da vero bomber. Raccoglie una palla vagante in area di rigore, sulla quale si getta senza paura, anticipando il portiere in uscita, che lo travolge, e superandolo con la punta del suo piedone. Per il resto solita partita di cuore e sudore, come ha fatto per tutta la sua incredibile stagione. BOMBER

DAL 75’ SILVESTRI 6,5 – Si rivede anche il nostro “Minestrone” per la festa finale. Nonostante la poca dinamicità, stavolta, riesce a mettere ordine in mezzo al campo abbassando i ritmi e facendo quello che gli chiede il Mister. Quando gioca così, può fare sempre la differenza! PLAYMAKER

MONDERNA 6,5 – Finalmente titolare ed addirittura insignito della fascia da capitano. Un premio per i suoi comportamenti avuti durante l’anno, per la serietà e l’attaccamento alla squadra. In campo ha lottato e si è fatto trovare fisicamente pronto alla battaglia ma la gioia del terzo gol stagionale non è arrivata. Rimane, comunque, una prestazione di buon livello. CAPITANO A SORPRESA

NON ENTRATI: NULLI, ZEPPIERI

LOMBARDI 7,5 – Buona la prima! Come dicono nel mondo del cinema. Alla sua prima stagione da allenatore tra i grandi ha fatto un ottimo lavoro, nonostante le tante perplessità di inizio stagione (per i ricordi di quando era giocatore!!!). Oltre a far crescere tanti giocatori, a fargli raggiungere obiettivi personali importanti (vedi i 18 gol di Di Tommaso, gli 11 di Galante e, soprattutto, i miei 2 gol!!!) ha saputo crescere anche lui, affinarsi e migliorare la sua comunicazione, la sua empatia con il gruppo. Quest’ultima, meritata vittoria, che porta a 40 (sul campo come dicono gli Juventini) i punti stagionali, sono comunque un grande obiettivo raggiunto. L’anno prossimo ne vedremo sicuramente delle belle, se saprà continuare la sua evoluzione da allenatore e se la squadra continuerà a seguirlo e migliorare con lui.

FUORI DAL CAMPO 110 E LODE – Giornata assolutamente fantastica, non solo per il sole ma per la cornice di pubblico che ha affollato il Petricone di Castel Gandolfo per l’ultimo evento stagionale. Famiglie, bambini, amici e tifosi tutti li a sostenerci con bandiere, cori e fumogeni. Un grazie sentito a tutti quanti i presenti ma, soprattutto, a chi ci ha avuto la costanza di seguirci tutto l’anno, anche in trasferte complicate. Una menzione speciale spetta a Danielone Fabber e Marzia Scarsella per quanto fatto, per aver creato a tutti gli effetti un nostro tifo organizzato (bandiere, maglie, striscioni etc) e per essere parte integrante di questa fantastica realtà che è la Lucky Junior!. KEEP CALM AND SUPPORT LUCKY JUNIOR

Rispondi