Lucky Junior 2-3 Arcinazzo Romano, il Pagellone del Bellugi

TABELLINO

LUCKY JUNIOR: VIOLA, ORSOLINI (DAL 88’ ZEPPIERI), PAZIENZA, CAMMARATA, CENCIONI (DAL 52’ TUZZI), GALANTE, FABBER (DAL 76’ TERRIBILI), ARMENI (DAL 66’ BELLUCCI), STEFANINI, ANTONETTI (DAL 88’ NULLI), DI TOMMASO (C). PANCHINA: CLEMENTE, CICCHETTI. ALLENATORE: LOMBARDI

ARCINAZZO ROMANI: FRALEONI, APPODIA D., FERMINI, TANTARI, CHECCHI, APPODIA L. (C), VALENTINI, MARIANI, SPADARI, MAROCCHINI, MIOZZI. PANCHINA: MANCINI, TOCCHI, FLESI, PROIETTI, PROIETTI APPODIA, LOZZI, PATRIZI

MARCATORI: 33’ DI TOMMASO (R), 47’ APPODIA D., 76’ DI TOMMASO (R), 87’ SPADARI, 93’ SPADARI (R).

AMMONITI: ARMENI, DI TOMMASO, STEFANINI, FABBER, GALANTE, ANTONETTI – MARIANI, VALENTINI, APPODIA D.

ESPULSO: MARROCCHINI

PAGELLONE

VIOLA 6 – Nessuna colpa sui gol incassati. Prestazione attenta, accorta e senza sbavature ma questa non è certo una novità. REGOLARE

ORSOLINI 5,5 – Meno brillante rispetto alle ultime uscite nelle quali era stato, invece, tra i migliori. Soffre  la vivacità dei giocatori avversari riuscendo comunque a sopperire con l’esperienza. In avanti si vede poco e niente. GAMBERONE

DAL 88’ ZEPPIERI S.V. – Troppi pochi minuti per essere valutato, gestisce male una ghiotta occasione da gol nel recupero. BENTORNATO

PAZIENZA 5,5 – Rovina la sua buona prestazione con l’evitabile fallo che porta al calcio piazzato del pareggio ed è attore non protagonista nel calcio di rigore regalato dall’arbitro allo scadere. Roccioso e potente deve assolutamente migliorare palla al piede. BATTIMURO

CAMMARATA 6,5 – Sbroglia talmente tante situazioni complicate che potrebbe essere utile pure per sistemare la crisi siriana. MEDIATORE

CENCIONI 6 – Fino a che gli regge la pompa è stato un indemoniato sulla fascia sinistra, scavando solchi sul campo. Peccato per il fiato ancora troppo corto per reggere una partita intera. NITRO

DAL 52’ TUZZI 6 – Senza infamia e senza lode galleggia sulla fascia destra cercando il varco giusto. MONELLACCIO

GALANTE 6 – Procura due calci di rigore grazie alle sue finte ubriacanti che gli valgono la sufficienza. Da uno con le sue doti, però, ci si aspetta sempre qualcosa in più perché nel complesso non ha fornito un gran rendimento seppur abbia corso come sempre per due. LA VOLPE

FABBER 6 – Buona partita in fase di interdizione meno nella gestione del pallone. Solite, troppe chiacchiere da bar in mezzo al campo che fanno innervosire compagni ed avversari. Anche lui non al meglio della condizione viene sostituito nel momento clou della gara. SUOCERA

DAL 76’ TERRIBILI S.V. – Entra a dar man forte sulle palle alte ma il suo apporto purtroppo non serve a portare a casa i tre punti. ARROCCO

ARMENI 6 – Lavora in maniera oscura, cercando di cucire qualche trama di gioco interessante. Soffre i ritmi alti imposti dagli avversari che lo pressano sempre molto alto. Partita nel complesso sufficiente. MINATORE

DAL 66’ BELLUCCI 5 – Troppo nervoso si vede veramente poco o nulla. ECTOPLASMA

STEFANINI 5,5 – Una prima buona mezz’ora nella quale riesce a sfondare un paio di volte il muro difensivo avversario e piazzare un paio di cross in mezzo. Si spegne, però, troppo rapidamente soffrendo la frizzantezza ed il passo decisamente più rapido degli esterni avversari. PELLICANO

ANTONETTI 6,5 – E’ il più giovane della truppa ma è stato il più lucido in campo. Non perde mai la testa e da vero leader cerca di far ragionare i compagni a mantenere la calma e giocare a calcio. Un esempio da seguire dentro e fuori dal campo. PORTABANDIERA

DAL 88’ NULLI S.V. – Entra nella fase peggiore della squadra dopo il gol del pareggio. Può fare poco anche lui per sistemare le cose se non alzare 40 e 40 su panca piana. IL PALESTRATO

DI TOMMASO 6,5 – Lotta come un leone ed è glaciale nel siglare i due calci di rigore. Si divora un gol clamoroso nel primo tempo, quello del 2-0 che forse avrebbe chiuso la gara e tolto stimoli agli avversari. ICE MAN

NON ENTRATI: CLEMENTE, CICCHETTI.

LOMBARDI 5,5 – La squadra non recepisce più il suo spirito battagliero, ripetendo ciclicamente gli stessi errori come la marea che sbatte continuamente contro gli scogli. Diversamente dalla marea, però, la botta presi sugli scogli ha fatto male stavolta ma uno come lui, col suo carisma, saprà sicuramente trovare la strada giusta per rialzarsi e far ritrovare lo spirito Lucky alla sua squadra. Per quanto concerne la partita, forse, le sostituzione “concentrate” nel finale di gara hanno fatto perdere la bussola e sicurezza alla squadra.

FUORI DAL CAMPO 8 – Pochi ma molto rumorosi spettatori. Si rivede il capo ultrà Fabber Senior che insieme al nostro Croce si è fatto sentire per tutta la partita. Grazie a tutti per il supporto avuto fino adesso nonostante i risultati poco soddisfacenti. La promessa è che ce la metteremo tutta per risollevarci! KEEP CALM AND SUPPORT LUCKY JUNIOR

Rispondi