Lucky Junior 2-1 Gallicano, il Pagellone del Bellugi

TABELLINO

LUCKY JUNIOR: VIOLA, CENCIONI (DAL 90’ BELLUCCI), PAZIENZA, TERRIBILI (DAL 61’ NULLI), STEFANINI, ARMENI, CAMMARATA, TUZZI (DAL 85’ FORTINI), ANTONETTI (DAL 22’ ZEPPIERI), GALANTE, DI TOMMASO (C). PANCHINA: DE LUCA. ALLENATORE: LOMBARDI

GALLICANO: BONAMORE, MORO (C), PROCOPIO, CASAROLI, BETTI, GUERRISI (DAL 77’ GALLI), PALMA, CESARI, DELLE FRATTE, CARAPELLESE, CASCIOLI (DAL 60’ ONNIS). PANCHINA: ISACCHINI, PETRUCCI, D’OFFIZI, CIOTTI, FARINACCI. ALLENATORE: RANDOLFI.

MARCATORI: 15’ TUZZI, 25’ PALMA, 70’ GALANTE

AMMONITI: STEFANINI, PAZIENZA, GALANTE – MORO, CESARI, CARAPELLESE, ISACCHINI

ESPULSO: CESARI.

PAGELLONE

VIOLA 7 – Manco il tempo di scaldarsi che deve fare un paratone alla prima azione del Gallicano, deviando in angolo un preciso rasoterra di Cascioli. Alla mezz’ora gli attori sono sempre gli stessi ma il risultato non cambia: da un metro di distanza si allunga alla sua destra togliendo sulla linea di porta un tiro a colpo sicuro dell’avversario. Ma nella vita oltre alla bravura se non  hai pure “culo” non vai da nessuna parte. Una volta ci pensa la traversa e l’altra paratona e nell’altra ci pensa il suo angelo custode… Per eccesso di sicurezza dopo il gol del 2-1, infatti, tenta una strana giocata al limite dell’area di rigore, incespica sul pallone e spalanca la porta a Delle Fratte ma un secondo prima che prendano 12 infarti tra panchina e tribuna, San Pazienza da Albano sbroglia tutto arrivando addosso come un falco pellegrino. BRAVO E FORTUNATO

CENCIONI 7,5 – Già da qualche partita si vedeva che stava in forma ma stavolta sorprende tutti. Una prestazione eccellente e soprattutto durevole, visto che la gioca praticamente tutta. Fondamentale e chirurgico recupero al 60 minuto, in area piccola, quando toglie dai piedi di Cascioli una pericolosa palla gol. Prende pure un calcione a gioco fermo da Cesari ma l’arbitro vede tutto e manda il centrocampista avversario sotto la doccia anzitempo. Cambio obbligato per crampi proprio al novantesimo. ANGELO CUSTODE

DAL 90’ BELLUCCI S.V. – Nel lungo recupero (6 minuti) a proteggere il fortino. Il meglio lo fa, però, durante il riscaldamento quando chiama il movimento al compagno Zeppieri, nell’azione che porta in gol Galante. AUDIOGUIDA

PAZIENZA 8 – Maestoso, sublime a tratti imbarazzante per prestanza fisica e presenza in campo. Il migliore per distacco della partita, fa due chiusure in area di rigore fantastiche che valgono come e più di un gol. Compare alle spalle degli avversari manco avesse il teletrasporto ed è grandioso oltre che nella situazione dell’erroraccio di Viola (vedi pagella) nell’ importantissima scivolata all’ultimo minuto di recupero in piena area di rigore. Un gesto che fa capire definitivamente agli avversari che è finita, che oggi non si passa. Attento ed efficace per tutta la partita, anche quando deve coprire in campo aperto riesce a sopperire con un’ottima velocità di base che abbinata alla stazza lo rende uno strumento letale per ogni attaccante che bazzica dalle sue parti. Ora basterebbe aggiungere alla miscela quel pizzico di personalità e quella sicurezza in più per guidare la difesa per diventare un difensore completo. NIGHTCRAWLER

TERRIBILI 6,5 – Quando un pallone sorvola la sua zona aerea viene intercettato manco avesse la contraerea  della guerra del golfo. Ci mette il fisico, ci mette la forza ma ci mette soprattutto la testa. Se gioca così può dare ancora tantissimo a questa squadra. LEGIONARIO

DAL 61’ NULLI 6,5 – Entra in campo con una carica agonistica che spesso cela nel suo carattere introverso. Ha potenzialità ed esperienza e stavolta, nella mezz’ora che gioca, ci mette cuore e coraggio. Se continua così sarà un valore aggiunto per il proseguo della stagione. INCISIVO

STEFANINI 6 – Sembra stia tirando il fiato dopo l’ottima prima parte di stagione. Inizia con il piede giusto ma con il passare del tempo si trova sempre più spesso in difficoltà sul suo lato. Se la cava comunque bene con delle buone chiusure. DROMEDARIO

ARMENI 7,5 – Quando gioca con questa trance agonistica diventa un giocatore incredibile per la categoria. Prestazione di una quantità e qualità inimmaginabile nel ruolo di centrocampista centrale davanti alla difesa. Recupera palloni, imposta il gioco e va alla conclusione sfiorando l’eurogol, nel secondo tempo, con un bolide dalla trequarti che l’estremo difensore avversario salva con un miracolo. MIRABILANDIA

CAMMARATA 7 – Di parole ne ho già spese tante e rischierei di essere ripetitivo. Come per la Nutella… che mondo sarebbe senza Camma? LEGGENDARIO

TUZZI 7 – Complice un fastidio di Bellucci nel riscaldamento si trova catapultato titolare poco prima del fischio d’inizio. Dopo una iniziale fase di assestamento in campo trova i tempi giusti per inserirsi e proprio in una ripartenza trova il guizzo per il gol del vantaggio. Riceve palla al limite dell’area, si accentra, salta l’ultimo avversario e scarica alla sinistra del portiere con un preciso rasoterra. Prosegue sulle ali dell’entusiasmo una buona partita dando tutto quello che ha nonostante le non perfette condizioni. ATTORE NON PROTAGONISTA

DAL 85’ FORTINI S.V. – Il Gallicano gli ricorda la prima e storica vittoria della Lucky Junior in terza categoria nel lontano 2002. Seppur per pochi minuti e con nessun allenamento sulle gambe, entra in campo nel finale di gara carico e deciso a far portare a casa questa importante vittoria. Sfrutta la sua statura ed esperienza per tenere palla lontana, prendere fallo e far camminare le lancette dell’orologio dell’arbitro fino al triplice fischio finale. LA STORIA CHE SI RIPETE

ANTONETTI 6,5 – Come se non bastassero i numerosi infortuni eccola li che all’improvviso ne perdi un altro. Una brutta torsione del ginocchio destro lo mette ko costringendolo ad uscire anzitempo. E dire che fino a quel momento aveva giocato un’ottima gara, facendosi trovare pronto tra le linee come sa fare lui. Speriamo non sia nulla di grave! IN BOCCA AL LUPO!!!

DAL 22’ ZEPPIERI 6,5 – Partita inizialmente giocata a ritmi di marcia funebre. Lento come una tartaruga zoppa cerca di ricevere palla, difenderla e smistarla con “fantasia”. La sua posizione non è chiara… è una sorta di centrocampista avanzato che non attacca, nè difende. Ma quando meno te lo aspetti prima tenta l’eurogol dalla mediana e poi ti piazza l’assist vincente per la rete di Galante, con una perfetta giocata sulla fascia. Contro movimento sulla trequarti, scatto fulmineo in avanti, sguardo all’interno dell’area di rigore, preciso rasoterra per l’accorrente Galante e s’abbracciamo. UNA RONDINE CHE FA PRIMAVERA

GALANTE 7,5 – E per fortuna che aveva la febbre! Partita fantastica per intensità, malizia e voglia di vincere. E’ nettamente più rapido di tutti i difensori avversari e sfrutta quest’arma quasi sempre in maniera eccelsa facendo invocare più volte tutti i santi del calendario a chi gli si para di fronte. E’ stato abile a non cadere in tranelli e falletti vari di gioco (che ci stanno) ed a ribattere, da giocatore, pallone su pallone, sacrificandosi come sa fare lui lungo tutti i cento metri della sua fascia. Il gol partita è stato il giusto premio della prestazione straordinaria di un giocatore che si sta migliorando, quest’anno, partita dopo partita e che sta finalmente sfruttando tutto il suo enorme potenziale. IL MALATO IMMAGINARIO

 DI TOMMASO 6,5 – Il modulo ad una sola punta non lo favorisce perché lo tiene lontano dalla porta ma in compenso mette in mostra tutte le sue qualità di combattente. Tiene botta sulle palle alte e si fa trovare sempre attento negli spazi per la sponda ai centrocampisti. Quando necessario è andato a recuperare anche palla sulla sua trequarti dimostrando immenso spirito di sacrificio. Quel sacrificio che fa la differenza fra giocare per se stessi o per la squadra. INCUDINE

NON ENTRATO: DE LUCA

LOMBARDI 7 – Complici gli 8 infortuni che hanno falcidiato la squadra ha scelte obbligate ma ci mette del suo nella scelta dello schema e soprattutto nell’infondere nei suoi ragazzi grinta e convinzione. Stavolta la squadra ha giocato fino alla morte, con coraggio e dando tutto quello che aveva. Il secondo gol, poi, è frutto di uno schema ripetuto più volte negli allenamenti segno che il lavoro che sta facendo sta venendo pian piano fuori.

FUORI DAL CAMPO 8 – Per la prima volta in stagione presenti entrambi le tifoserie che non se la sono mandate a dire. Cori da una parte dell’altra con il nostro Fabrizio Croce sempre pronto a ribattere colpo su colpo. Una citazione speciale anche al grande “Pupo” che segue le imprese della Lucky in casa ed in trasferta! Grazie come sempre a tutti i presenti per il supporto che ci date che questa volta, finalmente, siamo riusciti a ripagare. KEEP CALM AND SUPPORT LUCKY JUNIOR

Rispondi