Lucky Junior 2-0 Real Cretarossa, il Pagellone del Bellugi

TABELLINO Lucky Junior – Real Cretarossa

LUCKY JUNIOR: SILVESTRI, CLEMENTE, DE LUCA (C), CAMMARATA, CARLETTI, INGANNAMORTE (DAL 56’ TUZZI), FABBER (DAL 90’ GATTO), ARMENI, GALANTE (DAL 90’ ZEPPIERI), DI TOMMASO, D’ALESSIO (DAL 84’ BELLUCCI). PANCHINA: NULLI. ALLENATORE: LOMBARDI.

REAL CRETAROSSA: FLAMINI, PISTILLUCCI, ROMANAZZI, CIENZO (C), PEROTTI, TEDESCO, HOFFMANN, REGOLANTI, BAGIALEMANI, PERLA, MATURO. PANCHINA: GALLOTTI, DEMASSIMI, CARPENTIERI, GALLACE. ALLENATORE: DI FAZIO.

MARCATORI: 9′ e 79′ DI TOMMASO.

AMMONITI: CARLETTI, ARMENI, DE LUCA – CIENZO, GALLOTTI, FLAMINI.

PAGELLONE (Lucky Junior 2-0 Real Cretarossa)

SILVESTRI 6 – Si trova a proteggere i pali all’ultimo secondo con la doppia assenza improvvisa di Fortini e Buono. Grande senso della posizione e presenza nelle uscite alte. L’unico errore lo commette nel secondo tempo, quando buca la presa su un cross dalla trequarti e costringe Carletti al salvataggio sulla linea e il Real Cretarossa non passa. IL MIRACOLATO

CLEMENTE 6,5 – Altra buona prova del piccolo esterno della Lucky. Non sarà pulitissimo negli interventi ma li dietro è sempre attento e concentrato, risultando molto efficace. Si è ormai attestato su un buon rendimento in campo ma soprattutto è diventato anche un uomo spogliatoio. Conferma che il lavoro paga. STAKANOVISTA

DE LUCA 7 – Rientro col botto del nostro capitano, dopo l’assenza forzata per infortunio. La squadra gioca con personalità anche grazie alla sua presenza. Non sbaglia veramente nulla, guidando il gruppo a una vittoria importantissima. BENTORNATO CAP!

CAMMARATA 7 – Continua la sua annata straordinaria. Nonostante la dipendenza all’Oki a causa del fastidio alla caviglia, non sbaglia un intervento e anche quando sembra in ritardo riesce a prendere lui il pallone. Esce dalle situazioni di difficoltà con una semplicità disarmante. Peccato perda la testa nel recupero cadendo nelle provocazioni. HOOLINGAN

CARLETTI 7 – Prima presenza in campionato da protagonista. Serviva una marcia in più sulla fascia e con lui il mister ha sicuramente una soluzione importante. Il salvataggio sulla linea che fa nel secondo tempo vale quanto un gol. BUONA LA PRIMA

INGANNAMORTE 6 – Prestazione di grande sacrificio come sempre. Corre avanti e indietro con buona intensità dando una grande mano al suo compagno di corsia Clemente. Peccato per qualche errore nei passaggi dovuto sicuramente alla sua frenesia di fare bene. Dopo la sostituzione rimane a sostenere la squadra fino al triplice fischio. CORAZON

DAL 56’ TUZZI 6 – Rispetto al compagno riesce praticamente sempre a saltare l’uomo, anche se è meno attento nella fase difensiva. Da ricordare un paio di giocate dove va via palla al piede in mezzo a tre avversari. FURETTO

FABBER 6,5 – Avrà preso duecento palloni di testa e vinto altrettanti contrasti, spiccando sugli avversari del Real Cretarossa. Quando il compagno Armeni gioca a livelli alti come in questa partita la squadra gira veramente bene. Qualche errore di troppo nei passaggi stavolta che non oscura l’ottima prestazione. PARAURTI

DAL 90’ GATTO S.V. – Entra in campo praticamente per il triplice fischio finale. L’IMBUCATO ALLA FESTA

ARMENI 7,5 – Ha messo definitivamente nel cassetto la sua “timidezza” calcistica. Cattivo con gli avversari ma dolce, dolcissimo con i piedi quando bisogna servire i compagni negli spazi. Interpreta le due fasi di gioco in maniera superlativa offrendo un grande apporto sia nella fase di non possesso palla che nella costruzione del gioco. Da ricordare sicuramente un paio di aperture di esterno di prima ma soprattutto l’ottima lettura delle traiettorie che gli consentiva di anticipare innumerevoli volte gli avversari. Forse è stato il migliore in campo ma di sicuro ha fatto la sua miglior partita con la Lucky per intensità, cuore e voglia di vincere. TRASFORMATO

GALANTE 6,5 – Quando riesce a puntare l’uomo non c’è ne veramente per nessuno. Salta costantemente l’avversario creando non pochi problemi alla retroguardia del Real Cretarossa. Nel primo tempo con due azioni personali offre prima l’assist per D’Alessio che allarga troppo il piattone (palla fuori di poco) e nell’altra pecca di egoismo tirando addosso al portiere invece di servire due compagni liberi nel mezzo. Nella seconda frazione di gara, quando si aprono gli spazi, diventa devastante mettendo in area di rigore tanti palloni pericolosi. Per ultimo, ma non meno importante, il grande lavoro di copertura che fa ad ogni partita tornando sempre e comunque a dare una mano alla difesa. CLASSE E SOSTANZA

DAL 90’ ZEPPIERI S.V. – Giusto il tempo di entrare nel mezzo del parapiglia finale e prendersi addirittura un mozzico sul collo! IL CONTE DRACULA

DI TOMMASO 8 – Si inventa dal nulla il gol del vantaggio al decimo del primo. Doppio sombrero e tiro di controbalzo dal limite dell’area di rigore che non da scampo all’estremo difensore avversario. Un gol straordinario. Lotta come un leone diventando il punto di riferimento in avanti per la squadra. Grande come sempre il lavoro sulle palle alte dove con Fabber diventa un prezioso aiuto per la difesa. Il secondo gol è da attaccante vero: punizione perfetta di D’Alessio dalla sinistra girata di tacco sinistra in acrobazia, con la sfera che si infila radente al palo alla destra di un incolpevole Flamini. Meraviglioao. EL MATADOR

D’ALESSIO 6,5 – E’ un periodo in cui la palla non vuole proprio entrare. Va vicinissimo alla segnatura in due occasioni nitide ma anche stavolta il Dio del gol sembra voltargli le spalle. In compenso ci mette la consueta grinta nel pressare gli avversari, attaccando gli spazi in profondità ad ogni ripartenza. Mette a segno però l’assist per il gol di Di Tommaso,  prendendosi lui l’incombenza della battuta della punizione scansando di forza i compagni. PERSONALITA’

DAL 84’ BELLUCCI S.V. – Entra in campo con decisione. Pressa e rincorre gli avversari prendendo anche un paio di zampate che l’arbitro non vede. Nel finale si gioca veramente poco però e non ha modo di fare molto altro.

NON ENTRATI: NULLI

LOMBARDI 7: La partita con il Real Cretarossa si doveva vincere a tutti i costi per rimanere attaccati ai primi posti. Dopo aver spronato la squadra tutta la settimana viene ripagato con un ottima prestazione di cuore, sudore e personalità. I risultati non vengono mai per caso e se siamo li in alto è anche grazie al suo lavoro sul campo e, soprattutto, sulla testa dei giocatori. TONY D’AMATO

FUORI DAL CAMPO 10: Che dire ancora della nostra tifoseria. Se in casa abbiamo sempre vinto lo dobbiamo anche loro, che ci sostengono dal primo all’ultimo minuto. Una citazione particolare al nostro compagno di squadra (non ce la faccio a chiamarti ex!) Fabrizio Croce che, quando può, è sempre presente e si fa sentire!! Ti aspettiamo tutti in campo “Crux”! Un grazie di cuore da tutti noi della Lucky Junior a chi ci sostiente con un arrivederci al nuovo anno per l’importantissima sfida interna contro il Sant’Onofrio di domenica 10 Gennaio!!! KEEP CALM AND SUPPORT LUCKY JUNIOR

 

Rispondi