Lucky Junior 1-2 Polisportiva Ostiense, il Pagellone del Bellugi

TABELLINO Lucky Junior 1-2 Polisportiva Ostiense

LUCKY JUNIOR: MONDERNA, FRAU (Dal 67’ CUGINI), CENCIONI (Dal 61’ ORSOLINI), CAMMARATA (Dal 46’ GATTO), FABBER, DE LUCA, TUZZI, ARMENI (Dal 82’ NULLI), DI TOMMASO, D’ALESSIO (Dal 57’ZEPPIERI), CARLETTI. PANCHINA: CLEMENTE, INGANNAMORTE.

POL. OSTIENSE: VIGNATI, BENCIVENGA, DI MARCO, SPOLETINI, SORIA, RAMPULLA, CURSI, PATRICELLI, MOSCHIN, MATTIONI, FABIANI. PANCHINA: GUENCI, PAGLIUCA, PELUSO, PORTOGHESI, GIUSTI.

MARCATORI: 20’ RAMPULLA (R), 63’ GIUSTI (R), 80’ DI TOMMASO (R)

AMMONITI: MONDERNA, CAMMARATA, FABBER, ARMENI, CUGINI – VIGNATI, RAMPULLA, CURSI, GUENCI

PAGELLONE (Lucky Junior 1-2 Polisportiva Ostiense)

MONDERNA 6,5 – Ci vuole coraggio, e va specificato che il voto è solo per il cuore, per il sacrificio e per lo spirito di squadra dimostrato oggi, perché, di fatto, è spettatore non pagante della partita, non venendo mai impegnato. I malanni di stagione hanno messo fuori uso tutti portieri e lui che è un attaccante si ritrova un’ora prima della partita dall’altra parte della barricata, con la pesante maglia numero 1 sulle spalle. Tornando alla partita, come detto, non è mai veramente imepegnato ed in occasione del primo gol esce con buon tempismo sull’avversario, sfiorandolo leggermente, ma  l’arbitro, considerato che l’attaccante della Polisportiva Ostiense ha calciato a lato, decide di decretare la massima punizione! Una decisione a dir poco generosa e per di più sventolando in faccia al nostro Paolone il cartellino giallo. SALVATORE DELLA PATRIA

FRAU 6 – Puntuale in chiusura e preciso in marcatura, una partita senza macchie e sbavature. Si posiziona sulla destra e cerca di arginare ogni azione dalla sua parte, rimane ancora troppo timido in fase offensiva. Esce nel secondo tempo stanco ed innervosito. SOLIDO

Dal 67’ CUGINI 5,5 – Poco tempo per esprimersi e troppo nervosismo, accumulato in panchina. Cerca di lottare su ogni pallone con veemenza e foga e finisce per essere ammonito per proteste. La voglia di fare dimostra il suo impegno ma la frenesia nel far vedere a tutti di che pasta è fatto, lo frenano un pochino. CI VUOLE CALMA E SANGUE FREDDO

CENCIONI 5,5 – Il fulmine della fascia sinistra è convalescente ed è ridotto proprio come un cencio! Si sacrifica scendendo in campo dal primo minuto, ma è subito chiaro che non è in buone condizioni. Le sue frequenti discese sulla fascia oggi sono una chimera e si preoccupa principalmente della fase difensiva. Viene sostituito dal campo nel secondo tempo perchè sfinito. SOFFERENTE

Dal 61’ ORSOLINI 6 – Rientra in campo con una grande voglia di giocare dopo un infortunio che lo ha costretto a stare fermo diversi mesi. La condizione fisica non è ottimale, ma si propone subito in diverse discese sulla fascia sinistra mostrando subito le sue grandi doti. Il suo rientro è sicuramente una delle note positive della partita. BENTORNATO

CAMMARATA 5 – Sarà la mancanza di Bellucci, sarà che ci ha abituati a standard alti ma oggi non è il solito immenso muro difensivo. Inizia molto bene la partita riuscendo, nei primi minuti ad anticipare l’attaccante della Polisportiva Ostiense con i suoi tentacoli. Col passare dei minuti, però, il logorio delle tante battaglie e la solita caviglia convalescente gli tolgono lucidità e lo costringono a chiedere il cambio a fine primo tempo. EVANESCENTE

Dal 46’ GATTO 6,5 – E’ proprio nei momenti di difficoltà che viene fuori il suo carisma e il suo attaccamento alla squadra. A fine primo tempo, causa infortunio di Cammarata, gli viene chiesto di andare ad affiancare De Luca al centro della retroguardia. Nonostante le condizioni fisiche non ottimali, disputa una partita molto ordinata e precisa, non sbaglia un intervento, imposta quando può e va vicino pure al gol su calcio di punizione. Prestazione molto positiva ed è un sollievo vederlo giocare così. PERSONALITA’

FABBER 6 – Guerriero instancabile come al solito, inizia la sua gara guadagnandosi le simpatie degli avversari con un paio di interventi al limite del regolamento. Il suo primo tempo può essere riasunto così: nervosismo, colpi proibiti e ammonizione. Il suo contributo alla squadra di grinta e quantità in mezzo al campo è però irrinunciabile e nel finale di tempo riesce a dosare la gamba. La toglie quando non serve per non rischiare il rosso ed affonda il tackle quando è certo di prendere il pallone. Dimostra sempre di più di aver raggiunto un livello di maturità calcistica elevato. DIPLOMA DI MATURITA’

DE LUCA 5 – Condottiero e comandante di una difesa mai così incerottata come in questa partita contro la Polisportiva Ostiense. E’, infatti, l’unico dei quattro difensori titolari a concludere la partita. Anche il capitano è, però, acciaccato e stringe i denti come al solito continuando a giocare nonostante i fastidi accusati tutta la settimana. Cerca di mettere ordine per tutto il primo tempo nella confusione che si stava creando a seguito delle decisioni bislacche del direttore di gara. E’ colpevole dell’intervento in netto ritardo nel secondo tempo che porta al rigore del momentaneo 0-2, un’ ingenuità che da lui non ci si aspetta proprio. SBADATO

TUZZI 5,5 – La partita è molto fisica, soprattutto nel primo tempo e forse per questo fatica un po’ ad entrare nel vivo del gioco. Tenta qualche numero ma rimane in ombra per lunghi tratti della partita. Nel secondo tempo le cose migliorano e rischia addirittura di siglare il gol del pareggio nel finale con un colpo di testa, non certo il suo numero migliore. ALTALENANTE

ARMENI 6,5 – Primo tempo di pura calma e personalità. Riceve, controlla e imposta con una tranquillità da veterano, azzardando dribbling e lanci. Ottime intuizioni, spesso non comprese dai compagni. Sempre pericoloso sui calci piazzati. Cresce di partita in partita, migliorando a vista d’occhio, deve solo ottimizzare la sua velocità di azione. Peccato per l’ammonizione. OSCAR ALLA REGIA

NULLI S.V. – Otto minuti nella confusione degli ultimi minuti non bastano per esprimere qualcosa valutabile. IL RAGAZZO DELLA PORTA ACCANTO

DI TOMMASO 5,5 – Primo tempo troppo nervoso e sbiadito. Si trova sui piedi l’occasione ghiotta del pareggio dopo una mischia ma conclude debolmente cercando l’angolino basso, dove il portiere avversario gli nega la gioia del gol. Un’occasione che di solito non sbaglia. Fa a sportellate per tutto il secondo tempo sbattendosi su ogni palla per cercare di far salire la squadra. Freddo dal dischetto centra la sua decima perla stagionale. BOMBER DA DOPPIA CIFRA

D’ALESSIO 5 – Prova decisamente incolore quella di oggi. Non riesce a entrare praticamente mai nel vivo della partita. Fatica dannatamente dal punto di vista della corsa, tanto che sembra riuscire a rimanere in piedi a stento. Mettici pure la stazza dei due difensori centrali della Polisportiva Ostiense e le poche e sporche palle che gli arrivavano, non l’ha vista praticamente mai. Di certo, da lui, ci si aspetta sempre che possa fare la differenza. OMBRA

ZEPPIERI 6,5 – Sta bene mentalmente e si vede, entra con grande voglia dopo le ultime ottime prestazioni. Si conquista con coraggio il rigore che riapre la partita, lotta, corre e si mette a disposizione della squadra meritando la fiducia di compagni ed allenatore. Se continua, così, scalerà sicuramente posizioni nelle gerarchie del mister. URAGANO

CARLETTI 5,5 – Contro la Polisportiva Ostiense offre una prestazione fatta di alti e bassi. Inizia da esterno alto sulla sinistra dove non trova quasi mai la giusta posizione, andando spesso a pestare i piedi a Fabber, cosa, peraltro, alquanto pericolosa. Piazza qualche affondo ma poi eccede nel possesso di palla intestardendosi in dribbling e nelle proteste. Nel secondo tempo viene arretrato a terzino e si proietta incostante sovrapposizione cercando di creare superiorità numerica in avanti. INCOSTANTE

Rispondi