Le 10 coreografie da stadio più belle d’Europa

Una classifica delle migliori coreografie realizzate dai tifosi di tutta Europa.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Quando si parla di coreografie da stadio non è mai facile scegliere la più bella. L’impegno e l’amore verso il proprio club dei tifosi produce spesso effetti strabilianti. Quella che vi abbiamo appena proposto è solamente una selezione di quelle che, a nostro parere, ci sembrano i risultati migliori del lavoro degli appassionati di mezza Europa.

  •  Dresda 31 ottobre 2015. E’ della Dinamo Dresda, squadra che milita nella terza divisione tedesca, quella che probabilmente è da considerarsi la più bella coreografia di sempre. Con 25,000 euro di spese, 70 chilometri di filo tessuto in una coreografia da 450 metri, si tratta sicuramente della più grande mai realizzata in Europa.
  •  Bayern Monaco 23 aprile 2013. Colpo d’occhio da brividi per un incontro di Champions League disputato in casa dal Bayern. L’ennesima, riuscitissima coreografia offerta dai bavaresi in tempi recenti.
  •  Borussia Dortmund 9 aprile 2013. Molto apprezzata dal pubblico, questa coreografia realizzata per l’incontro di Champions con il Malaga, ha dato nuovo lustro alla già gloriosa tifoseria del Borussia Dortumund.
  •  Fiorentina 7 aprile 1991. Questa coreografia d’annata entra di diritto nel ristretto club delle meraviglie del tifo organizzato. Per il “derby” con gli odiati juventini, i toscani realizzano lo skyline di Firenze!
  •  Galatasaray 4 novembre 2014. Che dire…quella del Galatasaray è una delle tifoserie più attive d’Europa. Le sue coreografie fanno spesso il giro del web e si distinguono sempre per bellezza e originalità.
  • Legia Varsavia incontro di Champions League. I tifosi del Legia sono tra gli artefici di decine di coreografie eccezionali. Con il loro impegno hanno fatto di Varsavia una delle capitali europee di questa particolare specialità!
  • Celtic  7 novembre 2012. Si tratta della coreografia realizzata al Celtic Park in occasione della partita di Champions League con il Barcellona. Una serata speciale per il Club Scozzese, che proprio quel giorno celebrava i sui 125 anni di storia.
  •  Inter 6 maggio 2012. Anche per quanto riguarda l’Inter, le coreografie che negli ultimi anni hanno incantato per accuratezza e originalità sono tantissime. Quella con della “madonnina”, per il derby di ritorno del 2012, è una delle più riuscite.
  • Barcellona ottobre 2012. L’anima indipendentista di Barcellona conquista gli spalti del Camp Nou.  Tante bandiere gialle e rosse a formare un’enorme senyera (la bandiera catalana) per ricordare il 1714, l’anno in cui la Catalogna passò sotto il dominio dei Borboni.
  • Juventus 5 ottobre 2014. Un gigantesco “102” per ricordare ai rivali della Roma il record di punti raggiunti nella precedente stagione, vinta proprio a scapito dei capitolini, arrivati secondi con 85 punti. Da quando i torinesi giocano nel nuovo stadio, il livello delle loro coreografie si è notevolmente alzato.

 

 

 

Rispondi