Integratori? Meglio la birra. Parola del medico della nazionale

Secondo Gatteschi “è una bevanda che può stare sulla tavola di una squadra” ed è addirittura “più valida di un qualsiasi integratore energetico”.

Che la birra facesse bene, noi che militiamo da anni in terza categoria, lo sapevamo da tempo. Ma sentirlo dire dal medico della nazionale italiana Luca Gatteschi è tutta un’altra storia!

Nel corso di un convegno al “Beer Attraction” di Rimini, organizzato da Unionbirrai, il medico ha affermato che una bella pinta può addirittura migliorare le prestazione sportive: “La birra è più completa di qualsiasi altro integratore energetico” ha dichiarato Gatteschi nel corso di un convegno al “Beer Attraction” di Rimini, organizzato da Unionbirrai. “Lontano dallo sforzo questa bevanda ha effetti positivi, e grazie alla minore quantità di zuccheri, al maggior contributo di magnesio, fosforo, calcio e complesso B, se limitata a una piccola quantità, la birra è anche più valida di un qualsiasi altro integratore energetico perché più completo“. E la bevanda, a quanto pare, non è affatto preclusa agli azzurri in raduno: “È una possibilità“, spiega Gatteschi, “questa bevanda può tranquillamente stare sulla tavola di una squadra di calcio anche durante i ritiri. Per i calciatori, o gli sportivi in generale, meglio quelle a bassa gradazione e artigianali, perché hanno lo stesso valore di un’aranciata. Basta che non si superino i 3-4 gradi alcolici”.

A questo punto non abbiamo più scuse! Dopo una bella bevuta con gli amici il sabato sera, la domenica mattina, in campo, dobbiamo avere le ali ai piedi!

Rispondi