Fifa, candidati presidenti annullano forum al Parlamento europeo

Organizzato a Bruxelles per discutere del futuro del calcio internazionale e la riforma della Fifa, l’evento è stato cancellato per la disdetta all’ultimo momento dei diretti interessati.

di Bonimba (Bruxelles) – I candidati alla presidenza della FIFA annullano la partecipazione al forum sul futuro della massima organizzazione calcistica organizzata in Parlamento europeo, ed è subito bufera con gli organizzatori che accusano i candidati FIFA di «mancanza di credibilità». Una reazione giustificata dal fatto che l’evento era stato organizzato da tempo nella sede di Parlamento europeo di Bruxelles, ed era stata patrocinata dai tre gruppi parlamentari più numerosi: Ppe (i popolari del centro-destra), S&D (socialisti), ed Ecr (conservatori euro-critici). L’evento era stato organizzato in vista del congresso straordinario della FIFA del 26 febbraio per l’elezione del nuovo numero uno della Federazione internazionale di calcio, e avrebbe portato insieme tutti i candidati al vertice – il principe Ali bin al Hussein, Tokyo Sexwale, Gianni Infantino e Jerome Champagne – per discutere del futuro del calcio mondiale. Un evento con tanto di diretta streaming per permettere a tutti, in Europa e non solo, di assistere al dibattito. Peccato che all’ultimo momento i candidati presidente abbiano cambiato idea e abbiano deciso di non partecipare più all’evento, alla fine cancellato. Una decisione che a Bruxelles non è stata presa affatto bene. «Avevamo offerto ai candidati una piattaforma per spiegare come intendano riformare la Fifa» dopo lo scandalo che ha coinvolto l’ex presidente Blatter e costretto alle dimissioni Michel Platini, il commento di Emma McClarkin, deputata dell’Ecr tra i promotori dell’iniziativa dell’Europarlamento. «Era un’occasione, per loro, per mostrare la volontà di rendere la FIFA più trasparente e più responsabile». Invece niente. Prima ancora di essere eletti, tutti hanno mostrato «mancanza di credibilità». Un peccato, visto che i tifosi «avrebbero potuto pensare che l’uscita di scena di Blatter poteva significare l’uscita dal tunnel».
Invece niente. Alla fine il grande evento si è ridotto ad un incontro tra gli organizzatori (oltre a McClarkin anche il deputato socialista Marc Tarabella, e i deputato del Ppe Ivo Belet e Santiago Fysas) e Jerome Champagne, l’unico candidato alla presidenza della FIFA ad essersi presentato a Bruxelles.

Rispondi