Santa Claus Football Club, anche Babbo natale ha la sua squadra

Sarebbe facile pensare che il Club sia un altro espediente commerciale per sfruttare il Natale ma si tratta, invece, di una vera e propria squadra di calcio, organizzata e con una ricca storia recente alle sue spalle. Scopriamo quindi la FC Santa Claus… la squadra di calcio di Babbo Natale!

IL CLUB

La denominazione particolare del Club “Santa Claus FC” – che tradotto letteralmente sarebbe “Babbo Natale FC” – ha portato una notevole risonanza mediatica sia in patria che all’estero (tanto che hanno il materiale tecnico fornito dalla Puma ed ha avuto recentemente come sponsor sulla maglia la EA Sports, quella del gioco FIFA!). Il club è stato costituito nel 1993 in seguito alla fusione di due squadre: il Rovaniemen Reipas ed il Rovaniemen. I colori sociali non potevano che essere il rosso ed il bianco, e lo stemma della squadra è una effige di Babbo Natale intento a compilare una lettera.

santa3

Per la cronaca Rovaniemi è, infatti, la città dove risiede “ufficialmente” Babbo Natale e dove in passato sono sorte anche la sua casa con annesso ufficio postale, che raccoglie le lettere dei bambini di tutto il mondo. La scelta di chiamarsi Santa Claus FC omaggia quindi la tradizione del luogo oltre a contribuire a dare alla squadra una maggiore visibilità. Il Santa Claus FC ha rischiato il fallimento nel 2010 è dopo il salvataggio è diventata praticamente la squadra B del Rovaniemen Palloseura, formazione che milita nella massima serie del campionato Finlandese.

LA STORIA CALCISTICA

slider1-1180x820

Nel 2015 il Santa Claus è salito in seconda divisione finlandese “Kakkonen Pohjoinen” . E’ il terzo campionato in ordine di importanza della Finlandia e come tutte le divisioni finlandesi, anche la seconda divisione è giocata prevalentemente durante l’estate (aprile – ottobre). È composta da quattro gironi all’italiana di 10 club ognuno, con gare di andata e ritorno. Le vincitrici dei quattro gironi della Kakkonen si sfidano in play-off promozione per due posizioni in Ykkönen (la nostra Serie B). Le ultime due classificate di ciascun girone della Kakkonen retrocedono nella terza divisione finlandese, chiamata Kolmonen, mentre la terzultima disputa i play-out con le pari classifica degli altri gironi. Il Santa Claus milita nella divisione Nord della lega e con due vittorie nelle ultime due partite (entrambe per 2-1) ha terminato il campionato in settima posizione, con 38 punti. Queste due vittorie gli hanno permesso di rimanere nella lega, senza dover disputare i play-out.

IL PRIMO TROFEO

4abc153a3bdad08_800

Nel 2010 hanno disputato i play-off perdendo però in finale contro HIFK e non è riuscito a guadagnare la promozione in Ykkonen. L’unico trofeo della storia calcistica della squadra è, però, la vittoria nel 1994 della Midnattsolscupen detta anche Midnight Sun Cup. E’ un torneo che si gioca nel mese di luglio dove – come si può capire dal nome – la maggior parte delle partite vengono disputate durante la tarda serata intorno alla mezzanotte, sfruttando al massimo delle notti luminose finlandesi . L’incontro finale, che si gioca nella città Svanstein , attira di solito grandi folle. Le regole prevedono che le squadre partecipanti siano provenienti per lo più dal nord della Svezia, della Finlandia e della Norvegia, ma negli anni per dare lustro alla competizione sono state invitare anche squadre del massimo campionato russo come lo Spartak Mosca.

LA SQUADRA

Agli ordine del mister Jami Alamaki c’è una squadra con un età media molto bassa (circa 23 anni) composta da tutti volenterosi ragazzotti finlandesi per lo più provenienti dalla squadra “madre” del Rovaniemen Palloseura. I bomber della squadra sono i due “pennelloni” Haanpaa (8 presenze in massima lega) e Paavilainen, con 9 gol a testa seguiti a ruota dal mediano Suvala che ha messo a segno ben 8 marcature. Nella rosa di quest’anno spicca, però, il portiere brasiliano Ricardo Henrique che vanta ben 17 presenze nella massima serie finlandese. Certamente cosa ci faccia un brasiliano, per di più portiere, in terza divisione finlandese, con quel clima totalmente differente dalla sua terra natale desta molta curiosità… Ah dimenticavo! Lo schema in campo non può essere altro che l’albero di Natale e nessuno si azzardi a cambiarlo!

Fonti theguardian; fcsantaclaus; fourfourtwo

Rispondi