Cretarossa Nettuno 1-1 Lucky Junior, il Pagellone del Bellugi

TABELLINO

CRETAROSSA NETTUNO: FLAMINI, MATURO, DE MASCIMI, NOCERA (DAL 87’ BONFANTINI), PIGNATARO, PERLA, HOFFMANN, BADINI, CARPENTIERI (C) (DAL 55’ ROMANO), MORABITO, LOFFREDO (DAL 68’ SICCUCCI). ALLENATORE: DI FAZIO.

LUCKY JUNIOR: VIOLA, CLEMENTE (DAL 77’ BELLUCCI), PAZIENZA, CAMMARATA, ORSOLINI, FABBER, CICCHETTI (DAL 55’ TUZZI), ARMENI (DAL 90’ MONDERNA), NULLI (DAL 66’ SILVESTRI), GALANTE, DI TOMMASO (C). ALLENATORE: LOMBARDI.

MARCATORI: 17’ GALANTE, 90’+4 SICCUCCI

AMMONITI: FABBER, ARMENI.

PAGELLONI

VIOLA 6,5 – Partita perfetta, come sempre, fino al recupero con tanto di rigore parato nel primo tempo con deviazione quasi impercettibile della sua manona. In pieno recupero calcola probabilmente male la traiettoria del bolide di Siccucci, da posizione siderale, che porta al pareggio il Cretarossa. ERRORE FATALE

CLEMENTE 6 – Con una caviglia malconcia a dir poco ed una costola che gli faceva vedere le stelle non si poteva certo chiedere di più al nostro rampante terzino destro. Si limita a proteggere diligentemente la posizione riducendo al minimo le avanzate. Chiede il cambio quando proprio non ce la fa più. CEROTTINO

DAL 77’ BELLUCCI S.V. – Si piazza dietro a difendere la roccaforte, non superando praticamente mai la mediana, visto l’assedio finale portato dagli avversari. BLOCCATO

PAZIENZA 7 – E’ tornato in una condizione ottimale ed in campo si vede che ha una gran voglia di recuperare il tempo perduto con gli infortuni. Specialmente nella seconda frazione di gara è stato monumentale, salvando più volte la porta con interventi precisi e coraggiosi. Quando è in forma è veramente “tanta roba” anche se deve migliorarein personalità ed iniziare a comandare a bacchetta la sua linea difensiva. CONDOTTIERO

CAMMARATA 6,5 – Come il compagno di reparto è stato impeccabile per tutti i novanta minuti della gara, tenendo botta al tremendo forcing finale avversario, con una Lucky troppo sulle gambe. Anticipa e recupera in velocità che è un piacere, formando una coppia ben assortita con il collega Pazienza. Anche lui deve assolutamente migliorare nella comunicazione con i compagni di reparto, a volte la linea di difesa sfarfallava un po’ troppo. FARFALLONE

ORSOLINI 6 – Non è in grande condizione ma stringe i denti e ci mette veramente tanto, tantissimo cuore in campo. Ci tiene alla squadra e questo si percepisce vedendolo giocare. Quando ci metti tutto quello che hai dentro non gli si può veramente rimproverare nulla. STOICO

FABBER 6 – Il nuovo ruolo davanti alla difesa lo fa sicuramente primeggiare in fase di non possesso palla grazie alla la sua fisicità e spiccata dote nei contrasti e nei colpi di testa. Senza un punto di riferimento accanto, un faro che lo guidi, però, sembra non trovare mai la giusta posizione. DISORIENTATO

CICCHETTI 6 – Corre come un pazzo finchè gli reggono le gambe. Ogni tanto, però, si dimentica, per troppa generosità, la sua posizione, accentrandosi troppo e lasciando il compagno Clemente troppo solo. Nel complesso una buona partita anche se negli ultimi trena metri deve trovare maggiore tranquillità nella conclusione. Sciupa, infatti, due ottime occasioni. PELLICANO

DAL 55’ TUZZI 5,5 – Quando entra a partita in corso sembra proprio non trovare la scintilla giusta per accedersi. Perde qualche pallone di troppo in zone rischiose del campo cercando il dribbling quando serviva una maggiore concretezza. Nell’assalto finale del Cretarossa da comunque una grande mano al reparto difensivo con continui ripiegamenti. DIESEL

ARMENI 6,5 – Prestazione di grande sacrificio. Sembra essere in ogni parte del centrocampo andando a fare quel lavoro sporco che da uno tecnico come lui non ti aspetteresti. Quest’anno ha veramente messo nel suo bagaglio quella quantità nella prestazione che è essenziale per essere un centrocampista completo e determinante. Esce, stremato, nel finale. SCAGNOZZO

DAL 90’ MONDERNA S.V. – Piccole spezzone di partita nel quale è bravo a prendere una punizione importante, che fa rifiatare la squadra dopo troppi estenuanti minuti di assedio. Nell’azione del gol divorato da Galante nel recupero poteva essere, forse, più cattivo sul secondo palo, mentre gli sfilava veramente a pochi centimetri dal suo piedone. AD UN PASSO DALLA GLORIA…

NULLI 6 – Finchè gli regge il fiato è riuscito ad abbinare qualità e quantità, proponendosi spesso in avanti e fornendo filtro in mezzo al campo. Le batterie non sono ancora cariche e già all’inizio del secondo tempo sembra non avere molte energie, rientrando troppo lentamente dopo le sortite offensive. PIGNATTA

DAL 66’ SILVESTRI 5 – Doveva lavorare duro in mezzo al campo, aumentandone il tasso d’esperienza. A parte un paio di falli presi, però, ha dato veramente troppo poco alla causa. La condizione atletica non è sicuramente delle migliori ma un pizzico di cattiveria agonistica in più, in partita dure come queste, avrebbe fatto comodo alla causa. Da uno come lui ci si aspetta qualcosa in più. IMPAGLIATO

GALANTE 6,5 – Se avesse segnato il raddoppio allo scadere avrebbe giocato una partita praticamente perfetta. Sblocca il risultato infilandosi tra le maglie difensive, beffando il portiere in uscita con un bel piazzato rasoterra che si infila in rete vicino al palo. Coglie la traversa nella seconda frazione di gara con un bolide dalla trequarti che sbatte poi sulla linea e finisce tra le braccia del portiere. Imprendibile ed imprevedibile per tutta la durata della partita è stato l’arma in più della Lucky. Come detto macchia la sua splendida gara con l’incredibile errore, nel secondo minuto di recupero che avrebbe messo fine alla partita. Dopo aver scartato il portiere e con la porta tutta spalancata davanti a lui, il suo rasoterra ad incrociare finisce clamorosamente fuori. Peccato, ma sbaglia solo chi ci prova! CIOCCOLATO AMARO

DI TOMMASO 6 – Da solo li davanti il capitano lotta e si dimena come un leone in gabbia. I suoi artigli graffiano e si aggrappano al terreno brullo del campo di Nettuno. Se occorre difende e rincorre fino quasi al limite dell’area, con grande cuore. I suoi movimenti aprono spazi importanti per le ali ma alla fine lo costringono a stare troppo lontano dalla porta che quest’anno lo ha visto tante volte grande mattatore. CARRO ARMATO

LOMBARDI 6,5 – La sua Lucky ha messo in campo quello che gli chiedeva da una settimana ma è mancato il cinismo nell’uccidere le partite. Quella cattiveria agonistica negli ultimi venti metri che ti permette di chiudere per tempo partite rognose come questa. Per il resto la squadra ha giocato bene, rischiando poco ed andando vicino al gol del raddoppio in tante occasioni. Piccolo neo, forse, la condizione fisica negli ultimi 20 minuti di gara con una squadra troppo sulle gambe (anche se la temperatura era veramente elevata per la stagione).

FUORI DAL CAMPO 7 – In una stupenda e calda domenica di Aprile è mancato il nostro gruppo di sostenitori solito con bandiere, striscioni e tanto calore. Un grande applauso a chi è venuto a seguirci dalla tribuna come la famiglia del nostro Orsolini, a Giulia (grazie mille per le foto) e Laura. KEEP CALM AND SUPPORT LUCKY JUNIOR

Rispondi