Castelporziano 4-0 Lucky Junior, il Pagellone del Bellugi

TABELLINO

CASTELPORZIANO: DAMMASSA, ROSCA, D’ERRICO (DAL 53’ VALFOTE), MAIORINI, SERAFINI, FIA (DAL 74’ ROSATI), DUCCI F. (DAL 64’ PALADE), DUCCI A., SFORZA, ROMANI (DAL 72’ PALLADINI) TOPPI. PANCHINA: TRILLACA. ALLENATORE: SANTUCCI.

LUCKY JUNIOR: BUONO, CLEMENTE (DAL 75’ MONDERNA), GATTO (DAL 33’ FORTINI), CAMMARATA, INGANNAMORTE, ARMENI (DAL 57’ BELLUCCI), SILVESTRI, NULLI, S. CENCIONI (DAL 63’ CICCHETTI), D’ALESSIO, DI TOMMASO. ALLENATORE: LOMBARDI.

MARCATORI: 2 TOPPI, DUCCI A., PALLADINI.

AMMONITI: ROSCA, FIA, PUCCI, MAIOLINI, DUCCI – CLEMENTE, ARMENI, INGANNAMORTE

ESPULSI: DUCCI A.

PAGELLONE

BUONO 5,5 – Incolpevole sui quattro gol presi non è però sembrato sicuro in tante occasioni. Rischia la papera nel secondo tempo, dove nel tentativo di mettere in angolo un pallonetto schiaccia praticamente in porta il pallone ma il duo palo + Cammarata lo salvano. SHIRO

CLEMENTE 5 – Dalla sua parte c’è Toppi il giocatore forse più bravo degli avversari. Lo soffre dannatamente anche perché non viene quasi mai aiutato dai compagni con un raddoppio. Sul gol del 3-0 viene completamente sovrastato nel colpo di testa proprio dall’indemoniato 11 avversario, che tra differenza di altezza e scelta di tempo dello stacco lo anticipa nettamente. Non si demoralizza mai e continua comunque a combattere e dare tutto finché resta in campo. DAVIDE CONTRO GOLIA

DAL 75’ MONDERNA S.V. – Poco più di in quarto d’ora in cui diventa l’idolo della tifoseria avversaria che lo invita più volte a cambiare taglio di capelli “a 18 fatte la bocciaaaaa”. Tornando seri: dimostra ancora una volta umiltà e attaccamento alla squadra. Meriterebbe forse più spazio. CHIERICO

GATTO 5 – Quest’anno non è proprio la sua stagione. Gli infortuni che lo tormentano dalla preparazione pregiudicano le sue prestazioni che sono distanti anni luce da quelle viste in passato. Proprio un suo svarione difensivo, su un lancione lungo dalla difesa, spiana la strada della porta all’avversario che si invola sulla fascia, supera Clemente con una finta e butta dentro un pallone che doveva solamente essere messo nel sacco. E’ costretto ad uscire anzitempo per il solito dolore alla caviglia. CRYSTAL CAT

DAL 33’ FORTINI 5,5 – Il presidente si fa subito notare con un involontario stop di schiena “a pecorina” che manda in visibilio i tifosi di casa. A parte il gradimento del pubblico, la prestazione non è sicuramente da far strabuzzare gli occhi. Oltre la buona volontà poco altro. GIRAFFA

CAMMARATA 6 – Nonostante la sconfitta netta ha disputato un’ottima gara. Senza di lui probabilmente il risultato sarebbe stato ancora più tondo. Va anche vicino al gol nella prima frazione, incocciando di testa un ottimo calcio d’angolo di Ingannamorte, ma il pallone esce di pochissimo sopra la traversa. PORTABANDIERA

INGANNAMORTE 6 – Generoso come sempre nei ripiegamenti difensivi, questa volta sembra anche più ispirato in avanti. Ottima la sua battuta del calcio d’angolo che per poco non manda in gol Cammarata. Nel secondo tempo si occupa praticamente di tutta la fascia andando e venendo senza sosta, con poca qualità ma tanta sostanza. Sulla traversa presa da D’Alessio è lesto nella ribattuta in porta ma un avversario salva con le natiche… peccato! DURO A MORIRE

ARMENI 5,5 – Dopo una buona mezz’ora nella quale rende pan per focaccia al suo dirimpettaio di centrocampo sembra poi svanire dal campo. L’ammonizione rimediata per proteste forse lo limita nella gestione dei falli e si iniziano a perdere le sue tracce in mezzo al campo. Sicuramente non la sua migliore prestazione. ANONIMO

DAL 57’ BELLUCCI 5,5 – Prima esterno di centrocampo, poi spostato nella difesa a tre non sembra dare sicurezza. Qualche colpa sul gol del 4-0, dove un suo rinvio di testa troppo corto favorisce un avversario posizionato al limite dell’area di rigore che pesca abilmente un compagno troppo solo davanti a Buono. SCIALBO

SILVESTRI 5 – Nella prima mezz’ora posizionato davanti alla difesa non stava facendo male, anche se ancora con le gambe molto imballate. Con l’uscita di Gatto viene sistemato libero della difesa a tre dove purtroppo la sua esperienza non riesce a sopperire alla carenza di velocità. Gravi colpe sul gol del raddoppio avversario dove è troppo lezioso e invece di rinviare lungo tenta la giocata personale, combinando il patatrac. GIBBONE

NULLI 6 – Lotta e corre come poche altre volte ha fatto. Salvo che per l’ultima parte di gara, non si è visto molto con le sue classiche incursioni palla al piede. Più che altro per il lavoro oscuro in fase di interdizione. Nonostante l’altezza è stato ottimo anche nei contrasti aerei ,grazie al suo tempismo nello stacco. Finisce stremato a a terra al triplice fischio. UMILE

CENCIONI 6 – Solita generosa prestazione condita di tanta, tantissima, grinta. E’ uno dei pochi a salvarsi e a lottare veramente fino all’ultima goccia di forza. Sostituito non solo perché stremato ma soprattutto perché era condizionato da un infortunio che non gli permetteva più di muoversi come averebbe voluto. CHE GRINTA!!!

DAL 63’ CICCHETTI 5,5 – Non aggiunge molto alla storia della partita. Si propone forse più spesso in avanti rispetto al compagno ma di contro è meno attento nella fase difensiva lasciando un po’ scoperta la sua zona. Sembra essere comunque in ripresa rispetto alle ultime uscite. FILOSOFO

D’ALESSIO 6 – Gli arrivano pochissimi palloni ma ci si butta con grinta e senza fiatare. E’ bravo, infatti, a giocare sulla linea dei due macchinosi centrali e nella prima frazione va vicinissimo al gol in due occasioni, quando manca della giusta cattiveria. Nel secondo tempo solo la traversa gli nega la gioia del gol che poteva, forse, dare qualche speranza alla Lucky. MAI DOMO

DI TOMMASO 6 – Lotta come un leone ma i postumi dell’influenza si fanno sentire e con una partita così di sofferenza il segnalatore della benzina inizia ad accendersi troppo presto. Con l’uscita di Gatto diventa capitano e si posiziona al centro del campo dove si vede spesso messo in mezzo dalle veloci ripartenze avversarie. Nonostante la stanchezza e i dolori alla schiena termina stoicamente la partita. ACCIACCATO

LOMBARDI 5 – La squadra sembra digerire male il cambio di modulo con la difesa a 3. Nonostante le tante assenze, soprattutto nel reparto difensivo e l’uscita di Gatto alla mezz’ora, lasciare la strada maestra, che ha portato tanti buoni risultati quest’anno, è stata forse una mossa azzardata. Per il resto c’è poco da recriminare.

FUORI DAL CAMPO – In una fredda domenica mattina pre-natalizia le tribuna del Centro Giano era praticamente piene, per un match che valeva molto per i primi posti della classifica. A fare il tifo per la nostra Lucky c’erano presenti i soli familiari di Ingannamorte che ci seguono un po’ ovunque e che si fanno sempre sentire!!! GO AHEAD LUCKY!!!

Rispondi