Assemblea Nazionale Calcio Popolare, lo sport è di tutti

Una giornata di confronto dedicata allo sport e al calcio popolare, realtà che negli ultimi anni sta vivendo uno straordinario e inaspettato slancio nelle metropoli italiane. E’ l’iniziativa lanciata da Spartak Lidense, formazione romana alla sua prima esperienza nel campionato di terza categoria pronta a dare continuità all’assemblea tenutasi lo scorso 13 settembre a Bagnoli. Questa volta, a partire dalle ore 15.00 di mercoledì 5 gennaio, l’incontro si terrà negli spazi del Centro Sociale Auro e Marco, in via Caduti nella Guerra di Liberazione. “Ognuno nei propri territori cerca le modalità più consone per portare avanti un progetto che promuova solidarietà attiva e aggregazione, e che rifiuti ogni forma di discriminazione -si legge in una nota firmata dallo Spartak Lidense- Considerando lo sport come un necessario momento di recupero del benessere psico-fisico, il nostro obiettivo è quello di riportare nel mondo del calcio dei valori sani”.  Diversi i tavoli di discussione preparati per l’occasione e suddivisi per aree di lavoro: tecnico-gestionale, finanziaria, tifo e repressione. Particolare attenzione, inoltre, sarà dedicata alla questione dell’inserimento dei migranti nel calcio popolare e del loro tesseramento. Un tema, quest’ultimo, che considerato il grande afflusso di tanti giovani stranieri nel nostro Paese è certamente destinato a ricoprire un ruolo decisivo in ogni squadra di calcio che si rispetti.  L’evento, oltre a permettere un costruttivo confronto tra società, dirigenti, giocatori e semplici appassionati, servirà anche a gettare le basi per la promozione di un torneo estivo che verrà disputato da vecchie nuove realtà del calcio popolare italiano.

 

Rispondi