Arbitro “espulso” da calciatore, il club fa stampare maglie celebrative

Salih Dursun, giocatore del Trabzonspor, è stato espulso per aver polemicamente sventolato il cartellino rosso in faccia al direttore di gara. Il club ha già fatto stampare delle maglie con l’immagine del calciatore che espelle l’arbitro.

Il singolare siparietto è andato in scena durante la partita di campionato disputata, domenica scorsa, a Istanbul, da Galatasaray e Trabzonspor. Dopo aver espulso tre giocatori ospiti, a quattro minuti dalla fine e con il punteggio in parità sull’uno a uno, l’arbitro Daniz Ates Bitnel, fischia un rigore in favore dei padroni di casa e sanziona Luis Cavanda con l’ennesimo rosso. I giocatori del Trabzonspor, ormai ridotti in otto, perdono le staffe, circondano l’arbitro e protestano vivacemente. Il direttore di gara si lascia sfuggire di mano il cartellino e Salih Dursun -ex Galatasaray- lo raccoglie e glielo sventola sotto al naso. Il signor Bitnel non sembra però gradire la polemica e senza pensarci due volte espelle il giocatore. La gara, dopo la trasformazione del penalty, termina con il punteggio di 2 a 1 per il Galatasaray. Il Trabzonspor, che per primo si era portato in vantaggio, è tornato a casa con l’amaro in bocca e il record di 4 espulsioni in una sola gara.

 

Inutile dire che, in Turchia, le polemiche sull’accaduto sono andata avanti per giorni. Il titolo del quotidiano sportivo Fanatik, lunedì scorso recitava: “Un cartellino giusto al 100 per cento”, ovviamente riferendosi a quello mostrato dal giocatore. Stando ad alcuni media, la faccenda sarebbe stata presa tanto sul serio che qualcuno avrebbe addirittura presentato una denuncia penale per “incitamento all’odio” e “abuso di potere” nei confronti di Bitnel. Al loro rientro da Istanbul,  i calciatori sono stati comunque accolti come eroi e si sarebbero poi moltiplicate nei giorni le iniziative di solidarietà nei confronti del club. Lo stesso capo della commissione arbitrale turca, Kuddusi Muftuoglu, ha ammesso pubblicamente: “Condividiamo la delusione del Trabzonspor”.  La societaà intanto, ha già fatto imprimere l’immagine di Salih Dursun che mostra il cartellino rosso all’arbitro su migliaia di magliette. Il ricavato della vendita delle t-shirt, ha annunciato il Trabzonsport attraverso il suo account Twitter, servirà a finanziare delle borse di studio per giovani arbitri promettenti.

maglia trabzon

 

Quello di Dursum, ha commentato il presidente del Trabzon, Muharrem Usta, “non è un simbolo di ribellione, ma un simbolo di rinascita”.

 

 

Muharrem Usta

 

 

Rispondi